Autore:
Stefano Cordara


AUTOMATICA IN ARRIVO

Se ne parla da anni ormai, ma i tempi sembrano proprio maturi per l'arrivo di una moto automatica. Troppo chiari i messaggi da parte di tutti i costruttori. Yamaha con la sua FJR 1300 AS, Honda con i prototipi presentati a Tokio, battezzati con sigle degne della saga di guerre stellari. DN-01 il primo, E4-01 il secondo. Per quest'ultimo Honda ha coniato la definizione di "Automatic Super Sport Concept" anche se di sportivo, almeno a guardare le immagini, questo prototipo pare avere ben poco. Piuttosto ci pare un'evoluzione in direzione motociclistica di un'idea italiana, quella del Malaguti Spidermax, che il prototipo Honda ricorda nemmeno troppo vagamente nel frontale e nella collocazione del bagagliaio.

BICILINDRICO COMPATTO

Certo qui sotto c'è tutt'altra tecnologia: la scarna descrizione tecnica fornita da Honda parla di un motore ultracompatto da 903 cc con disposizione in linea (non è dato sapere quanti cilindri però, probabilmente bicilindrico) montato rigidamente come sul Silver Wing, di cui non sono dichiarati i dati di potenza e coppia. Le dimensioni molto raccolte del motore stesso consentirebbero di avere una grandissima abitabilità per pilota e passeggero. Tutto questo senza rinunciare a ruote grandi, da 17 pollici con freni di tipo sportivo e addirittura le pinze radiali. la sospensione è una classica Pro Link con monoammortizzatore, mentre la trasmissione finale è ad albero con giunto cardanico (un capolavoro il forcellone!!).

AUTOMATICO SPORTIVO

Il cambio è stato battezzato "sports automatic" e la Honda, come per la DN-01, ci tiene a sottolineare la dolcezza di trasmissione della potenza che renderebbe piacevole anche il continuo stop & go tipico della guida cittadina. Sotto la sella del passeggero spazio per due caschi jet con visiera, mentre come tutti i prototipi che si rispettino anche la E4-01 esagera con la strumentazione con un cruscotto stile astronave che fa un certo effetto.

PROTEZIONE DINAMICA

Con questo prototipo Honda introduce anche un concetto di parabrezza "dinamico" che ridurrebbe drasticamente sia l'impatto dell'aria, sia la rumorosità percepita dal guidatore. Sarà questo il futuro? Pare proprio di si, ormai la moto automatica è sempre più vicina a diventare realtà. Se in grado di mantenere le promesse di divertimento di guida e comfort un veicolo come questo E4-01 può avere le capacità di accontentare un sacco di gente. Il muro che separa scooter e moto appare sempre più debole.

TAGS: honda e4-01