Autore:
Paolo Sardi

ARREMBAGGIO Chi di solito accusa la Harley Davidson di essere troppo conservatrice, questa volta farà bene a sotterrare lascia di guerra: la novità stavolta c'e tutta ed è di quelle che fanno un certo scalpore. A Milwaukee stanno infatti preparandosi a entrare nel mercato delle naked di taglio sportivo con una moto ispirata al mondo del dirt track. La specialità, che vede le moto correre su ovali polverosi, non ha forse molto seguito nel Vecchio Continente ma al di là dell'Oceano scalda il pubblico come poche altre.

COLORI SOCIALI A svelare quali saranno le mosse future della Harley è un prototipo che di tradizionale ha giusto i colori sociali, con una grafica nera e arancio che più classica non si può, e il nome, XR 1200, che cita le XR 750 da competizione e le gloriosa XR 1000 di oltre vent'anni fa. Per il resto tutto è nuovo, anche quello che non lo sembra, come il serbatoio. Al posto di quello tradizionale qui ce ne è uno nuovo di zecca che cela all'interno un airbox. Completa il capitolo carrozzeria un codino a una piazza e mezza, dall'aria un po' pesantina ma che potrebbe essere messo a dieta prima dell'entrata in produzione.

SENZA FILTRO Anche il motore è per larga parte inedito e viene alimentato da un impianto di iniezione elettronica con un corpo farfallato downdraft. Dal lato destro scompare il classico filtro dell'aria. A colmare il vuoto e a catalizzare l'attenzione provvede uno spettacolare impianto di scarico cromato che culmina in due terminali che sparano all'insù come una doppietta sovrapposta. Parlando di potenza massima, alla Harley stanno ancora sul vago, indicando spannometricamente un valore di circa 85 / 90 cv.

A ME GLI OCCHI Dovendo fare un giro perlustrativo della XR 1200 è bene evitare di prendere appuntamenti, perché si rischierebbe di far tardi, tanti sono i particolari capaci di catturare l'attenzione. Si va dal forcellone in alluminio alle ruote in lega che calzano (udite, udite) pneumatici sportivi Dunlop Qualifier (120/70ZR18 davanti e 180/55ZR18 dietro) sviluppati ad hoc per la Harley Davidson, passando per la forcella Showa a steli rovesciati da 43 mm.

FORSE NEL 2008 Quale sarà il futuro della XR 1200 non è certo, ma si potrebbe scommettere qualche euro su un suo imminente ingresso in listino, forse anche già con la gamma 2008. A detta dei vertici della Casa, tutto dipende dall'accoglienza che verrà riservata al prototipo dal pubblico ma, a vedere la luce che brilla nei loro occhi mentre parlano della loro creatura, la decisione sembra già presa.


TAGS: harley davidson xr 1200 speciale eicma 2006