Autore:
Stefano Cordara


SCOOTER?
Chiamarlo scooter forse è fuori luogo perché se si va a spulciare la scheda tecnica del GP 800 si scopre che, trasmissione automatica a parte, di scooter resta forse solo la forma. Una moto a tutti gli effetti, soprattutto quanto a prestazioni. Così tocca a Gilera quest'anno far saltare il banco del segmento scooter e il GP 800 pare proprio una puntata attualmente fuori della portata dei concorrenti. Il suo motore bicilindrico a V di 90° da 839 cc (quattro valvole monoalbero in testa) è capace, infatti, di sprigionare ben 75 cv a 7.250 giri con una coppia di 76,4 Nm a soli 5.750 giri. Dati che rendono bene l'idea delle prestazioni di questo incredibile mezzo, (si narra che addirittura sfiori i 200 effettivi!).

MOTORE FISSO Da moto c'è anche la soluzione del motore fisso nel telaio e la trasmissione finale a cinghia dentata, una soluzione che ricorda tanto quella adottata dal prototipo Aprilia Leonardo 500 presentato qualche anno fa e che fece un gran scalpore. Molta attenzione è stata posta nella progettazione del motore, dotato di freno motore né più né meno che come quello delle moto, cosa che distanzia ancor più il GP 800 dal mondo degli automatici tradizionali. Un robusto telaio a traliccio in acciaio accoppiato ad una forcella da 41 mm e da un forcellone di alluminio con ammortizzatore laterale piazzato orizzontalmente e regolabile nel precarico molla su sette posizioni.


FRENI DA MOTO
Con cotante prestazioni e un peso certo non da mannequin (235 kg a secco dichiarati) è ovvio che l'impianto frenante non può essere trascurato. Ecco spuntare un doppio disco anteriore da 300 mm con pinze flottanti Brembo a doppio pistoncino a cui si accoppia un disco posteriore da ben 280 mm con impianti separati e indipendenti. I cerchi a razze cave (come le supersportive) sono a diametro differenziato (16" all'anteriore e 15" al posteriore) e pneumatici di sezione sportiva (120/70 e 160/60) chiudono il quadro di una ciclistica che appare decisamente all'altezza delle prestazioni.

SOTTO LA SELLA Il manubrio è in alluminio, il serbatoio è da 16 litri el'interasse è importante 1593 mm, siamo 18 mm oltre a quello del Tmax, ma anche le prestazioni promesse sono ben altre. C'è indubbiamente tanta moto nel DNA del GP 800 anche se il lato scooter non è stato dimenticato, il GP 800 offre un vano sottosella capace di contenere un casco integrale, la sella è a soli 790 mm da terra. L'estetica è molto sportiva con un parabrezza basso e un didietro molto filante e sicuramente questo GP 800 farà molto discutere gli appassionati.


TAGS: speciale eicma 2006 gilera gp 800 speciale scooter 2007