Autore:
Stefano Cordara

UNA DIETRO L'ALTRA Ormai in BMW stanno diventando dei veri martelli. Il ritmo con cui propongono le novità riesce quasi a disorientare i super-prolifici giapponesi. Una vivacità creativa incredibile, che fa sì che la casa dell'Elica sia sempre protagonista, a qualsiasi evento, con qualche modello inedito a volte addirittura più di uno. Così, anche il Motor Show, vede sotto i riflettori il motore boxer con uno dei 16 modelli inediti promessi dalla Casa di Monaco per il futuro prossimo. È la R 1200 RT, maxi tourer bicilindrica ormai attesa da tempo e di cui erano già sfuggite alla rete di sicurezza BMW le prime immagini (che ora possiamo confermare).

TOCCA A LEI

Secondo una prassi ormai consolidata la Casa dell'Elica va ad applicare le nuove tecnologie ai modelli di maggiore successo in rigoroso ordine teutonico. Così, proprio come è accaduto per all'arrivo del motore boxer in versione 1150, anche il nuovo 1170 è destinato ad equipaggiare man mano tutti i modelli del marchio bavarese. Prima la maxi enduro GS adesso la RT, poi tutti gli altri.

MOTORE POTENZIATO

Tutta nuova la tecnica, dunque, con il motore che per l'occasione tocca quota 110 cavalli a 7.500 giri (500 in più della GS) con una coppia massima di 115 Nm a 6.000 giri incrementi ottenuti grazie a nuovi pistoni (compressione a 12,0:1), ad alberi a camme modificati, a nuovi silenziatore ed airbox. La sesta marcia non è più un overdrive ma una marcia di potenza per una guida più fluida anche quando si viaggia a pieno carico; nonostante questo il motore ha anche ridotto i consumi: a 120 km/h bastano ora 4,8 litri per cento chilometri contro i 5,5 l/100 km della vecchia versione. Il layout del motore è il medesimo della GS, con il cambio alleggerito (ora pesa 13 kg), la nuova trasmissione a cardano senza manutenzione e con perno cavo per una maggiore leggerezza globale.

DIETA STRETTA

Proprio il peso pare essere entrato nel mirino dei tecnici BMW che ormai si sono messi in testa di alleggerire tutta la gamma. Dopo aver messo a dieta la GS hanno fatto dimagrire anche la RT, che adesso stazza ben 19 kg in meno (dichiarati 229 kg a secco senza valigie, 260 in ordine di marcia). Restano ovviamente intatte le prerogative che hanno reso famose tutte le BMW degli ultimi anni come il Telelever o il Paralever, entrambi d'ultima generazione, cui si aggiunge un nuovo ammortizzatore posteriore a smorzamento progressivo con un particolare sistema progressivo denominato WAD. I pneumatici hanno sezioni ancora più moderne, con il posteriore che passa dalla sezione 170/60 alla 180/55.

LINEA CAN

Nuova fuori, ma nuova anche sotto la pelle dove cambia comunque tutto, dal motore al telaio. Anche l'impianto elettrico è stato semplificato utilizzando una linea CAN (solo due fili conducono tutte le informazioni dai sensori al cruscotto), una soluzione che ultimamente va per la maggiore tra le moto.

PIÙ COMFORT

Lecito attendersi anche un aumento del comfort, e in questo la nuova BMW non dovrebbe deludere. Il parabrezza, ancora a regolazione elettrica micrometrica, è cresciuto sia in altezza sia in larghezza per una protezione dall'aria ancora più efficace, il nuovo proiettore anteriore sdoppiato (che fa tanto Honda Pan European) offre maggiore luminosità, mentre le borse laterali hanno una capacità di 32 litri. Di serie il sistema frenante EVO con Integral ABS in versione sportiva (la versione turistica non ha riscosso molti consensi ed è stata abbandonata quasi definitivamente). Nuova anche la strumentazione, che è stata anche riposizionata per essere nel campo visivo del pilota, la novità è rappresentata dall'Info flat screen, un grande display che informa il pilota sulle funzioni vitali della moto e anche sullo stato di alcuni accessori, quando questi sono montati. La sella è divisa in due pezzi, quella del guidatore può essere regolata manualmente su sue altezze, 820 e 840 mm, come optional è disponibile una sella ribassata con altezze di 780 e
BMW R 1200 ST

800 millimetri.

OPTIONAL A GO GO

A proposito di optional è inutile dire che c'è da perdersi nella interminabile lista prevista per questa ammiraglia a due cilindri. Tra le novità da segnalare la possibilità di equipaggiare la RT con il sistema ESA di regolazione elettronica delle sospensioni lanciato per la prima volta sulla K 1200 S. ll prezzo dovrebbe superare i 16.000 euro su strada.
BMW R 1200 ST

UNA ST FA PRIMAVERA Per quanto riguarda la K 1200 ST, poco si sa, o meglio si sa già tutto, visto che la moto sarà equipaggiata con la stessa meccanica e la stessa ciclistica della RT, con la differenza sostanziale del peso che scende a 230 kg in ordine di marcia e dovrebbe assicurare alla sport touring bavarese una guida ben più dinamica di quella della RT. L'arrivo della ST è previsto per la primavera del 2005.


TAGS: bmw r 1200 rt e st