Autore:
Stefano Cordara

Aprilia Tuono 50L’operazione Tuono pare piacere molto all’Aprilia, che continua imperterrita nell’opera di svestizione delle sue sportive. E poiché in questo momento le moto nude sono quelle che vanno per la maggiore, perché non provare a conquistare anche il mercato dei quattordicenni e dei sedicenni?

Detto fatto. Via carenatura e semimanubri, su un bel manubrio alto e una serie di carterini a mascherare le "vergogne" del motore ed il gioco è Aprilia Tuono 50fatto. Visto che le moto 50 stanno lentamente conquistando quote di mercato più importanti soprattutto grazie alla moda della supermotard, la Tuono 50 pare un’operazione davvero azzeccata, perché va a stimolare la fantasia di un segmento molto sensibile alle mode. In fondo, potersi mettere nel box la moto di papà non è poi male.

Tra l’altro la Tuono 50 oltre ad essere la prima street Fighter della categoria, potrà vantare d’essere l’unica 50 con il telaio di alluminio, prerogativa che naturalmente eredita dalla sorella sportiva. Così come dalla RS arrivano il disco anteriore da ben 280 mm, forcella da 35 mm e ammortizzatore a gas.

Aprilia Tuono 125Stesso discorso per la 125, che eredita dalla RS tutta la parte ciclistica (telaio di alluminio, disco da 320 mm e sospensioni evolute), disponibile nelle due versioni: dep (11 kW) per i neopatentati e full power da 21 kW (29 cavalli), configurazione in cui siamo sicuri la Tuono possa essere un mezzo assolutamente divertente. Il family feeling con le sorelle sportive è mantenuto dal cupolino rialzato che ingloba il gruppo ottico delle Aprilia Tuono 125RS.

Chissà quanti di voi, vedendole avranno sospirato "ah se le avessi avute ai miei tempi". In effetti, le "Tuonine" hanno un look davvero accattivante, in grado di risvegliare in più di un trentenne il ricordo sopito dei bei tempi, quelli in cui le moto 50 e 125 erano indiscusse protagoniste del mercato. Allora, però, le Tuono non c'erano... Succede sempre così, i figli sono più fortunati dei padri.


TAGS: aprilia tuono 50 e 125