Autore:
Stefano Cordara

Dopo la 999 anche la serie piccola della Superbike Ducati cambia pelle. Il sarto è sempre quello, Pierre Terblanche, e il vestito praticamente identico a quello della sorella maggiore, al punto che solo una piccola scritta sulla carenatura distingue le due moto.

La vera grande novità è comunque il motore. Con questa moto il Testastretta fa il suo debutto in versione "ridotta" a 748 cc per erogare 103 cv (+6 rispetto alla 748) e una coppia aumentata di 0,4 kgm. Forse un po' poco rispetto alle supersport 600 con cui questa moto si dovrà confrontare, ormai tutte sulla soglia dei 120 cavalli. Non ci resta che attendere l´agguerrita versione R.

Per ora la 749 sarà disponibile esclusivamente in versione "base" ed S, differenti tra loro per l´equipaggiamento ciclistico. La Base adotta infatti una forcella Showa senza riporto al TIN, non ha le pedane regolabili, e ha un ammortizzatore Boge in luogo dellÓhlins della S.

Per quel che riguarda il motore non si è trattato di una semplice riduzione della cilindrata. Il Testastretta per scendere a quota 748 cc è stato completamente rivisto, al punto che è cambiato lo stesso angolo tra le valvole.


TAGS: ducati 749