Autore:
Alfredo Verdicchio

Caponord si cambia. Visto che le soluzioni adottate sull'avventurosa Rally sono piaciute un sacco, Aprilia ha deciso di riportarle anche sulla versione normale. Così il cupolino si fa più snello, nuova è la parte inferiore della plancia cruscotto, così come gli indicatori di direzione ereditati dalla Rally, non più incorporati al cupolino. Leggero restyling anche ai silenziatori, che mantengono le loro forme pronunciate, ma guadagnano nuove protezioni in alluminio anodizzato, buone anche a ridurre il peso generale della Caponord.

Ma i cambiamenti non sono solo estetici. La Caponord si migliora anche a livello tecnico. Le sospensioni si rifanno a quelle montate sulla Rally, con tarature più dure sia della forcella (sempre Marzocchi con steli da 50 mm e 175 mm d’escursione, con un aumento della rigidità del carico di fine corsa del 16%) sia del monoammortizzatore Sachs, regolabile nel precarico e dell’idraulica in estensione. Modifiche, queste, che portano anche una piccola variazione nella posizione di guida della Caponord 2004, che vede il manubrio (con tantodi paramani utili nel fuoristrada e in inverno) rialzato di 5 mm, ma con l’altezza sella invariata a 820 mm.

Anche l’impianto frenante fa un passo in avanti, ereditando sempre dalla Rally la coppia di dischi da 300 mm flottanti all’anteriore, con pinze Brembo a due pistoncini anch’esse flottanti, per migliorare la risposta della frenata e assorbire meglio le flessioni indotte nell’uso off-road.

A questo, si aggiunge anche l’arrivo dell'ABS tra gli optional a disposizione della nuova Caponord, cui si aggiungeranno anche tutti quelli a disposizione della versione Rally, oltre quelli già previsti per la standard.


TAGS: aprilia caponord 2004