Autore:
Simone Dellisanti
AI SALUTI Ebbene si, ora è ufficiale. Il WEC (FIA World Endurance Championship) dirà addio ad Audi Motorsport al termine di questo campionato. La prossima gara in Cina e la tappa conclusiva in Bahrain saranno, dunque, le ultime due gare della stagione endurance in cui correra la vettura della casa tedesca, la R18 2016.
 
IL FUTURO DELLE GARE? Secondo le dichiarazioni rilasciate dal presidente Rupert Standler gli sforzi sportivi di Audi si rivolgeranno ora alla Formula E“Andremo a gareggiare con l’elettrico. Considerando il costante incremento di auto elettriche nella nostra produzione, abbiamo deciso di sviluppare più a fondo queste tecnologie, rivolgendo le nostre attenzioni anche allo sport elettrico”. Questa mattina è stato confermato il programma DTM, mentre è ancora da decidere se il Rallycross possa ancora interessare alla casa nativa di Ingolstadt. 
 
TROPPO COSTOSO Dalle parole rilasciate da Walfgang Ullrich, capo del reparto motorsport è emerso che il principale motivo di questo abbandono sia da attribuire al costo troppo elevato che richede lo sviluppo di una vettura LMP1-Hybrid (prototipi sportivi biposto costruiti esclusivamente per gareggiare nelle competizioni di durata): “Dopo 18 incredibili e vincenti anni nel mondo dei prototipi è davvero dura lasciare. Dal prossimo anno, avremmo solo Porsche e Toyota a lottare per uno dei campionati più interessanti ed evoluti degli ultimi anni. Con la speranza che questo addio di Audi non complichi troppo la continuità di questa categoria, e che sia da stimolo per gli organizzatori a trovare nuove strade magari meno onerose per tenere ancora vivo l’interesse delle case automobilistiche".

TAGS: toyota porsche formula e WEC audi motorport LMP1 - Hybrid Rupert Standler Walfgang Ullrich