Autore:
Simone Dellisanti

SUPER POLE L'E-Prix di Roma ha iniziato a far battere i cuori ai tifosi "vecchi" e nuovi della Formula E con le rocambolesche qualifiche, valide per stabilire la griglia di partenza del GP di Roma, settimo appuntamento del campionato mondiale 100% elettrico.

IL PRETORIANO Il pretoriano che si è guadagnato la prima casella sulla griglia di partenza è stato Felix Rosenqvist che, con la sua Mahindra, è stato il pilota più veloce sul Circuito Cittadino dell’EUR, con un hot lap di '1'36''311

TUTTI DIETRO Subito dietro di lui partirà l'alfiere di DS Virgin Racing, Sam Bird, che per tutto il tempo della qualifica ha lottato insieme alla sua monopsoto elettrica sull'asfalto sporco dell'EUR. Questo non gli ha permesso di conquistare la pole ma l'inglese è comunque riuscito a mettersi dietro il giovane pilota della Panasonic Jaguar, quel Mitch Evans (3°) in cerca di risultati utili per far vedere di che stoffa è fatto. crono per Lotterer con la Tacheetah che ha ben figurato in rapporto al suo blasonato compagno di squadra Vergne, per il momento in testa al Mondiale, ma autore di una pessima qualifica che l'ha relegato all'8° posizione. Solo 5° Sebastién Buemi (Renault) che ha girato in 1:37.817 commettendo un errore nel suo giro veloce. Davvero incredibili le parole del pilota svizzero al suo team radio: “Ho scambiato l’acceleratore con il pedale del freno, merd***”. Delusione per Luca Filippi (NIO), che scatterà in 18° posizione.

CLASSIFICA SUPERPOLE

1

ROSENQVIST F.MAHINDRA RACING FORMULA E

1'36''311

2

BIRD S.DS VIRGIN RACING FORMULA E

+0''676

3

EVANS M.PANASONIC JAGUAR RACING

+0''888

4

LOTTERER A.TECHEETAH

+0''924

5

BUEMI S.RENAULT-E.DAMS

+1''506

 

 

 

 


TAGS: eprix roma formula e roma formula e 2018 gp roma 2018