Autore:
Simone Dellisanti

NUOVO TRACCIATO La F1 sbarca a Baku, la capitale nonché il porto più grande dell'Azerbaigian per il prossimo appuntamento del Mondiale. La corsa prende il nome di Gran Premio d'Europa, denominazione assente dal calendario di Formula Uno dal GP di Valencia del 2012.

STRADE CITTADINE Il tracciato di Baku sarà il circuito cittadino più veloce mai visto finora nella massima serie motoristica dove le vetture percorreranno strade aperte al traffico, riasfaltate per l'occasione. Con il nuovo manto stradale si preannuncia una costante evoluzione della pista per tutta la durata della gara e le scuderie dovranno far fronte, con un set up adeguato, al basso grip della pista.

GOMME Con un tracciato cosi poco abrasivo per le mescole, i team avranno a disposizione gli pneumatici white medium; improbabile che possano avere un ruolo di primaria importanza a causa della mescola troppo dura, gli pneumatici  yellow soft; di mescola più morbida rispetto alle medium e ottime per far fronte al caldo di Baku, e infine gli pneumatici red supersoft; che saranno, con tutta probabilità, le gomme più utilizzate dai team, soprattutto in qualifica.

CARATTERISTICHE TECNICHE Il tracciato si snoda all'interno della metropoli cittadina che, a sua volta, si sviluppa intorno all'antica città fortificata. Questo mix di architetture moderne e antiche permetterà la presenza di scorci unici per questo weekend di gara, come per esempio le curve 8, 9, 10 che passano molto vicino alle cinta murarie (forse troppo).

CHE CURVE La prima parte del circuito è molto squadrata, caratterizzata da rettilinei e curve a gomito di 90°. La pista è stretta e, probabilmente, non permetterà molti sorpassi la domenica. Sarà assolutamente importante far bene in qualifica per concentrarsi, poi, sulle strategie da attuare in base al piazzamento ottenuto.

BAKU, QUESTO SCONOSCIUTO Il Gran Premio d'Europa è un circuito nuovo per tutti e poco conosciuto sia da piloti sia dai team. Per questo è auspicabile che già dal venerdì, con le prove libere, le scuderie ne approfitteranno per inannellare più giri possibili per conoscere al meglio la pista e tutti i suoi segreti. Come detto, Baku è un tracciato cittadino ma consentirà di toccare elevate velocità, soprattutto, grazie al rettilineo di 2,2 chilometri che presenta una lunghezza doppia rispetto al rettilineo di Monza.

PREVISIONI METEO: Non è prevista pioggia per questo weekend sul tracciato di Baku, ma l'alta umidità non cancella definitivamente questa possibilità.


TAGS: ferrari mercedes pirelli red bull f1 2016 f1 gp baku campionato mondiale f1 2016

Allegato Dimensione
SCARICA-Informazioni circuito Pirelli 631 Kb