Autore:
Giulio Scrinzi

VITTORIA STORICA La Ferrari ha scritto di nuovo un pezzo di storia della Formula 1: grazie alla vittoria di Sebastian Vettel nel GP del Canada, il reparto corse del Cavallino Rampante è tornato al successo dopo ben 14 anni di digiuno. L'ultima volta che la Rossa era arrivata sul gradino più alto del podio era stato nel 2004, quando Michael Schumacher aveva trionfato al volante della mitica F2004. Oggi, invece, è stata la SF71H a dominare la scena, per mano di un Vettel che ha messo in bacheca, tra l'altro, la sua 50esima affermazione in carriera e la leadership di Campionato, anche se per un solo punto sul rivale Lewis Hamilton.

SEBASTIAN VETTELLa macchina è stata fantastica e non abbiamo avuto problemi neanche con le gomme. Nel primo stint sono riuscito ad aprire un gap di quattro o cinque secondi su Bottas e poi l'ho amministrato per tutta la gara. Però è stato difficile gestire il traffico e rimanere sempre concentrato. Vincere qui è sempre speciale: abbiamo scritto un altro piccolo pezzo della grande storia della Ferrari e della Formula 1”.

MAURIZIO ARRIVABENEGrazie alla vittoria di Sebastian è arrivato il segnale che abbiamo a disposizione una gran macchina. I ragazzi, da giovedì, piano, piano e con calma, hanno fatto un grande lavoro e quello di oggi è il risultato. Si lavora, ci si concentra sui problemi, poi, serve anche un grande pilota. Tuttavia il Campionato è ancora lungo, dobbiamo stare calmi e tranquilli, continuiamo a spingere, per fare le cose seriamente”.

KIMI RAIKKONEN L'unica delusione è arrivata da Kimi Raikkonen, che ha sbagliato la qualifica, è stato poco incisivo in partenza e in gara non è mai stato veramente della partita. Ma cos'è successo ad Iceman? “Questo weekend è stato complicato: non ho fatto una buona partenza e in gara era difficile persino avvicinarsi abbastanza alla macchina davanti per provare a passare. Al pit-stop sono arrivato vicino a Hamilton, ma quando siamo tornati in pista non è stato abbastanza. Era la nostra unica opzione per cercare di fare qualcosa di diverso e provare a superarlo, ma non è andata come volevamo”.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen f1 ferrari f1 scuderia ferrari f1 2018 formula 1 2018 ferrari f1 2018 f1 canada 2018 f1 2018 canada