Autore:
Simone Dellisanti

CHANCE UNICA Durante la seconda giornata di test a Barcellona, sulla Ferrari è salito il giovane Antonio Fuoco. Pilota che milita nella GP3, a bordo della Dallara-Renault del Team Trident e allievo della Ferrari Driver Academy.

TARGET L'obbiettivo del test, non era certo quello di battagliare con il tempo per abbassare il crono delle Rosse sul circuito di Montmelò, ma raccogliere dati e informazioni utili, testando diverse mappature aerodinamiche e set up. Come confermato dallo stesso Fuoco: "Abbiamo lavorato molto sull'assetto, riprendendo il programma svolto da Sebastian per fare un confronto. Abbiamo provato anche qualche novità ma nulla di rilevante".

AUSTRIA E SPAGNA Questa non è la prima volta che l'italiano ha guidato la monoposto del Cavallino, infatti: " Rispetto al test dell'anno scorso, fatto con la monoposto del 2015, è difficile fare un paragone. Quando girai in Austria le condizioni erano sensibilmente differenti. La macchina di quest'anno mi sembra migliorata, funziona molto bene. La cosa più complicata di una F1 rispetto alla GP3 che guido in campionato è gestire le varie procedure, poi c’è il maggior carico che la rende più impegnativa, serve un po’ di allenamento".

SUPERVISIONE A presenziare ai test di Montmelò, anche il responsabile del progetto Ferrari Academy, Massimo Rivola, che ha rilasciato queste dichiarazioni a Motorsport.com: " Il mio obiettivo è quello di preparare i ragazzi alla Formula 1, facendoli emergere e vincere nei campionati che stanno disputando. Non sta a me dire se avranno o meno l’opportunità di salire su una Formula 1. Ovviamente giornate come queste sono già un’importante opportunità per valutare un pilota, non solo in pista, ma anche nel modo di approcciare il lavoro con gli ingegneri e nel supporto che garantisce alla squadra".


TAGS: ferrari vettel f1 2016 f1 2016 gp spagna calendario f1 2016 campionato mondiale f1 2016 antonio fuoco