Autore:
Simone Dellisanti

E' FATTA! Finalmente possiamo scrivere la parola fine sulla vicenda del rinnovo del contratto di Monza. Ora è ufficiale: il Mondiale di Formula 1 continuerà ad avere il suo Gran Premio d’Italia grazie alle attese firme poste sull'accordo di rinnovo, siglate sia dall’Aci (Automobile Club d’Italia) sia dai rappresentanti della FOM (Formula One Management). E quale palcoscenico migliore, per la tappa nostrana, se non il Tempio della Velocità. L’accordo permetterà ai tifosi italiani, ma sopratutto ai tifosi della F1, di veder sfrecciare le monoposto del Circus sull'asfalto di Monza, per altri tre anni.

LE DICHIARAZIONI A rendere noto il rinnovo e la firma congiunta è stato Angelo Sticchi Damiani, presidente ACI, che ha voluto esprimere tutta la sua contentezza per questo importante traguardo raggiunto, ringraziando tutte le autorità intervenute per permettere a Monza di mantenere il suo GP. Molto importanti anche le parole del Governatore della Lombardia, Roberto Maroni che ha dichiarato: "Il rinnovo del contratto che permetterà all’Autodromo di Monza di essere presente nella F1 per altri tre anni è un grande risultato per la Lombardia ma soprattutto per la Brianza. La Regione Lombardia ci ha creduto fin dai tempi di Expo, con la raccolta firme in favore del rinnovo e poi mettendo a disposizione le risorse che sono state determinanti per la sigla di questo accordo. Ci aspettiamo”, ha concluso Maroni, “che ora il Governo faccia la sua parte e intervenga su Imola per convincerli a ritirare il ricorso presentato contro Monza".


TAGS: autodromo di monza f1 2016 bernie ecclestone fom angelo sticchi damiani f1 news Roberto Maroni