Autore:
Simone Dellisanti

GP DI SUZUKA Eccoci pronti con le nostre anteprime sui vari Gran Premi che stanno animando questo Campionato Mondiale di F1 2016. Oggi parleremo del GP del Giappone che si svolgerà sullo storico circuito di Suzuka. Così come per il Gran Premio della Malesia, anche per il Gran Premio del Giappone sono stati nominati i pneumatici P Zero Orange hard, la mescola più dura a disposizione dei piloti e dei team fornita da Pirelli, i P Zero White medium, la gomma di media durata e performance e infine i P Zero Yellow soft, la mescola più morbida e veloce che sarà sicuramente utilizzata in qualifica

IL TRACCIATO Suzuka rappresenterà la 17esima gara del Mondiale e sarà una delle gare più impegnative della stagione. Il circuito è caratterizzato da curvoni veloci e dalle piccole vie di fuga. La pista è piuttosto stretta, il che rende più difficili i sorpassi.

Il SET UP I team tendono ad adottare un assetto ad alto carico per massimizzare il grip e la velocità di percorrenza nelle curve veloci. L’alto carico aerodinamico tende ad aumentare i livelli di consumo e degrado, portando a più di una sosta per cambiare le gomme. La strategia box deve rimanere flessibile, in quanto non è esclusa la possibilità di ingresso della safety car e i sorpassi sono difficili da attuare in pista.

LE FRENATE Secondi i dati che ci ha fornito Brembo, delle 11 frenate del Suzuka International Racing Course nessuna è classificata come impegnativa per i freni, 5 sono di media difficoltà e 6 sono classificate come leggere. La più impegnativa in assoluto è la curva 16, dove abbiamo una importante decellerazione passando da 306 km/h a 85 km/h in soli 1,62 secondi I piloti esercitano un carico sul pedale del freno di 145 kg ed affrontano una decelerazione di 4,1 g. Un valore superiore in termini di decelerazione si registra alla prima curva (4,3 g), perché maggiore è anche la velocità a cui arrivano le auto, 318 km/h.

IL TEMPO Proprio come in Malesia, è elevata la possibilità di pioggia durante il weekend. Le temperature della pista possono variare molto: si passa da un clima caldo ad uno freddo e piovoso.

FERRARI A SUZUKA La Ferrari ha optato per una scelta di pneumatici più aggressiva, con nove set di soft. In particolare, Sebastian Vettel è l’unico pilota ad aver scelto un solo set di medie in Giappone.

LE DICHIARAZIONI: PAUL HEMBERY, DIRETTORE MOTORSPORT PIRELLI Suzuka è una gara che tutti aspettano con impazienza: c’è poco da aggiungere a quanto non sia già stato detto sull’incredibile benvenuto che riceviamo ogni anno dai tifosi giapponesi e sul loro entuasiasmo. Per la prima volta portiamo a Suzuka il pneumatico soft, che dovrebbe dare un aspetto diverso alla strategia, quindi potremo assistere a scelte tattiche fin dalle qualifiche del sabato. Qualunque cosa accada, in gara vedremo in azione i pneumatici hard, come avvenuto in Malesia, e avremo anche un consumo e un degrado elevati: fattori che comportano sempre scelte strategiche varie”.


TAGS: ferrari mercedes vettel Raikkonen Hamilton rosberg f1 gp suzuka circuito suzuka ricciardo verstappen redbull