Autore:
Simone Dellisanti

GP USA Ieri, sul Circuito di Austin è andato in scena il 18° appuntamento di questo Mondiale di Formula Uno, conquistato senza troppi patemi dalle due Mercedes che hanno deliziato il pubblico mettendo a segno una doppietta. Alla fine della gara c'era Hamilton sul gradino più alto del podio a bere lo champagne mentre Rosberg, il suo compagno di squadra, si è dovuto accontentare del secondo gradino, piazzamento che comunque gli ha permesso di mantenere la leadership nella classifica piloti. Dietro alle due imprendibili Frecce Argentate si è accomodato il sorridente Ricciardo con la sua Red Bull seguito dalla Ferrari di Vettel e da quel fenomeno che porta il nome di Fernando Alonso con la McLaren. Fuori per problema tecnico sia Verstappen con la Red Bull che Raikkonen con la Rossa di Maranello.

LE PAGELLE Ma andiamo a vedere le pagelle di questo GP d'America. Vi ricordo che i voti delle pagelline sono soggettivi e se volete dire la vostra, dare qualche voto in più o in meno ai protagonisti di questo weekend, vi invito a commentare sotto l'articolo o sulla pagina Facebook di MotorBox (educatamente, in entrambi i casi) così che possiamo discuterne insieme!

 

ALONSO voto 10 Ma come, il massimo dei voti per il pilota spagnolo e non è nemmeno arrivato a podio? Certo che si! Perchè vedere Fernando lottare in pista diverte come nient'altro nel motorsport, altro che il giovane e baldanzoso Verstappen! Io vorrei più vecchietti come Alonso in giro per la pista a lottare e faticare, a prendersi a sportellate con Massa, a risalire dalle retrovie fino alla quinta posizione con una McLaren anni luce lontana dal bolide che tutti noi conosciamo. Infine, vedere Fernando superare negli ultimi giri Sainz e urlare via radio "Hiipeeeeeee" come se avesse preso al lazo una grosso toro come sanno fare solo i migliori cowboy americani (il sorpasso è stato fatto su una Toro Rosso, per l'appunto) beh, questo vale tutto il prezzo del biglietto. Grazie Fernando.

HAMILTON voto 9,5 Impeccabile nelle qualifiche, perfetto in gara. Ieri gli è pure riuscita la partenza che gli ha permesso di restare davanti al gruppone già dalla prima curva. L'inglese si è preso una bella vittoria che gli ha permesso di rosicchiare qualche punto iridato a Rosberg. Purtroppo se il tedesco è costante e continuerà a raggiungere il podio nelle ultime gare, il Mondiale è ormai andato.

VETTEL voto 7 Ormai il podio per il ferrarista è solo un dolce ricordo. Il tedesco della Ferrari ha fatto quel che ha potuto con una vettura non all'altezza, ma alla fine della gara è riuscito a tirare fuori dal cilindro anche il giro veloce

RAIKKONEN voto 8 Dopo essersi inventato una prestazione di colore, bella, veloce e combattiva su tutti i fronti, riuscendo anche a dar fastidio alle Red Bull di Ricciardo e Verstappen...la Rossa lo lascia a piedi a pochi metri dal box per un non precisato problema tecnico. Va bene così Kimi, sarai sempre il Paolino Paperino dei Nostri.

ROSBERG voto 7 Ora che è il leader della classifica generale a quattro passi dalla fine, il tedesco deve essere in grado di fare solo un'unica cosa. Lottare? Macchè, gestire. E ieri il pilota della Mercedes ha fatto proprio questo, sopratutto a causa di una partenza al rallentatore che l'ha messo dietro ad una Red Bull già a poche curve dal via. Ha azzerato i rischi con una guida attenta dall'inizio alla fine, riuscendo a portare a casa un preziosissimo secondo posto, in ottica iridata.

ECCLESTONE voto 0 Va bene essere imprenditori e vedere il marketing ovunque. Ma adesso basta! Mr E ha buttato fuori un'altra delle sue perle sostenendo che Rosberg non deve vincere il Mondiale perchè è meglio Hamilton. Dopotutto, ha pure ragione il nonnino, l'inglese figura meglio sui cartelloni pubblicitari...ma mi faccia il piacere! Da impacchettare e spedire verso lontani lidi al più presto possibile, ben venga il nuovo proprietario.


TAGS: ferrari mercedes vettel f1 2016 Raikkonen Hamilton rosberg f1 gp america circuito austin ricciardo verstappen redbull