Autore:
Simone Dellisanti

GP MONACO Gara bagnata gara fortunata…per Lewis Hamilton senza ombra di dubbio, un pò meno per Ricciardo. L'inglese della Mercedes è riuscito a mettere in piedi una gara da fenomeno vero senza sbagliare nulla di nulla. Molto bene anche Perez con una Force India straordinariamente a suo agio sul circuito monegasco. Male la Ferrari, va male tutto, probabilmente questo weekend anche la macchinetta del caffe nel motorhome si inceppava o ti mangiava la moneta. Praticamente la Rossa fatica in tutto, dalla gestione delle gomme, al grip, alla prestazione pura, insomma, vede Rosso.

LE PAGELLE:

HAMILTON voto 10: Luigino è tornato ai suoi fasti. Cattivo, preciso, metodico, geniale e cinico. Eh si! Che gestione delle gomme full wet, l'inglese è riuscito a fare tempi molto simili ai piloti che guidavano già sulle intermedie. Ha finito il capolavoro portando a termine la gara con le ultrasoft, una cosa impensabile per le gomme meno durevoli della risma, ma il Ginetto ci è riuscito, e no, non è una cosa da tutti.  Fenomeno!

RICCIARDO voto 9: Ha fatto tutto perfettamente dal giovedì. Ha messo la firma su un set up della vettura perfettamente  bilanciato tra grip e cambi di velocità, infine al sabato ha stampato la pole che ha fatto impallidire le Mercedes. In gara è partito bene ma prima ci si è messa la pioggia a mettergli il bastone tra le ruote e poi il suo team che, nel pit stop saliente, si è scordato quali mescole montargli, facendogli perdere secondi preziosi e, soprattutto, la posizione di vantaggio su Hamilton. Manca il giusto supporto!

PEREZ voto 8: La sorpresa di questo weekend. Il pilota che non ti aspetti, sulla monoposto su cui non scommetteresti neanche sotto tortura. Eppure eccolo lì, il messicano tutto cuore della F1. Veloce e attento, Sergio ha portato la sua Force India fino al gradino basso del podio e dal team, ringraziano. Risorto!

VERSTAPPEN voto 5: Non si può dare la sufficienza alla prestazione del giovane Max. Troppi errori. Prima nelle prove libere e poi sia in qualifica che in gara. Non ama particolarmente il circuito di Monaco visto che già l'anno scorso si è ritirato per incidente ma caspita se lotta il ragazzo! Il pedigree è di prim'ordine qui! Sbaglia, sorpassa, si incazza…questo ragazzo diverte veramente, una meteora in un firmamento, quello della F1, fin troppo noiso. Supernova

RAIKKONEN voto 1: Sembra di vedere Montolivo del Milan. Se ci sono le condizioni per sbagliare, state pur certi che Kimi, l'errore, lo farà. Dai non è accanimento, ma non è possibile una strisciata sul guard rail nella curva del Gran Hotel con pista umida, troppo scontato...eppure Kimi l'errore lo fa, come se fosse un pivello alla prima gara a Monaco. No dai non si può.

VETTEL e FERRARI voto 4: Sembra proprio che l'Alonso degli ultimi tempi in Ferrari si sia reincarnato nel tedesco. Non si è piazzato e quindi non ha portato trofei a casa, ma di sicuro ha vinto il primo premio per il muso più lungo del paddock. La vettura è in piena involuzione, alle prese con un decadimento delle prestazioni che sembrano irreversibili, e il povero Vettel non sa più cosa inventarsi per restare attaccato ai leader. Non è che ora, oltre alla Red Bull ci supera anche la Force India? Speriamo di no… Alla ricerca della felicità.

ROSBERG voto 4: Un weekend difficile quello del leader del mondiale che parte in prima fila ma, alla fine, finisce fuori dal podio. Troppo nell'ombra per essere la gara di casa, forse era emozionato per la presenza di parenti e amici? Dai Nico, ti rifarai alla prossima!

 

 


TAGS: ferrari mercedes red bull vettel alonso f1 2016 Raikkonen Hamilton rosberg f1 2016 gp monaco calendario f1 2016 campionato mondiale f1 2016

Allegato Dimensione
Tempi A 143 Kb
Tempi B 117 Kb