Autore:
Simone Dellisanti

MOTORI MERCEDES Domani, in occasione del GP d'Austria avremo una prima fila tutta motorizzata Mercedes. In prima posizione scatterà Lewis Hamilton con la sua Mercedes AMG F1, bravo nel sapersi adattare al meglio alle condizioni atmosferiche variabili, che hanno caratterizzato sopratutto le ultime due sessioni di qualifica al Red Bull Ring. Al suo fianco non ci sarà, come di consueto, il suo compagno di squadra Nico Rosberg ma l'altro Nico del Circus, Hulkenberg, a bordo della sua Force India.

CAMBIO NUOVO CERCASI Buona la prova di Nico Rosberg sulla Mercedes AMG F1 che ha concluso con il secondo crono di giornata. Purtroppo per il tedesco, domani dovrà essere retrocesso di cinque posizioni per la sostituzione del cambio rottosi, questa mattina, in un incidente causato dalla rottura della sospensione posteriore. In griglia partirà dalla settima posizione.

SFORTUNA ROSSA Stessa sorte toccherà alla Ferrari di Sebastian Vettel. Il tedesco del Cavallino Rampante ha chiuso le qualifiche del sabato con il quarto crono assoluto. Ma proprio come Rosberg, a causa della sostituzione della scatola del cambio sarà retrocesso in griglia di partenza e domani partirà dalla nona casella in griglia.

PROBLEMI ALLE SOSPENSIONI Le qualifiche sul circuito Red Bull Ring sono state movimentate a partire già dalla Q1. La prima porzione ha visto il ritiro di due piloti causato dallo stesso identico problema meccanico, la rottura delle sospensioni posteriori. Il primo è stato Sergio Perez che ha dovuto abbandonare la sua Force India seguito, alla fine della sessione, da Daniil Kvyat schiantatosi contro le barriere dopo aver perso il controllo della Toro RossoFortunatamente il pilota è rimasto illeso ma l'incidente ha provocato la bandiera rossa e quindi la sospensione delle qualifiche, a pochi minuti dalla fine. 

SESSIONE BAGNATA Con la pioggia imminente, la Q2 è stata molto frenetica. Le due Ferrari hanno subito cercato di segnare i tempi migliori prima dell'arrivo dell'acqua e sia la Rossa di Maranello sia la Red Bull sono riuscite a segnare i loro tempi usando le supersoft (la stessa mescola che domani useranno alla partenza).Strategia che non è riuscita alla Mercedes che ha potuto utilizzare solo le ultrasoft perchè sorpresa dalla pioggia. Grazie alla gomma supersoft, in gara la Ferrari potrà fare uno stint più lungo delle Mercedes e di tutti i primi dieci classificati, a parte la Red Bull.

LA Q3 L'ultima porzione di qualifica, la Q3, è stata davvero rocambolesca. La sessione è iniziata con la pista bagnata che ha richiesto ai piloti di montare le gomme intermedie. Dopo una manciata di minuti il tracciato ha avuto una rapida asciugatura che ha costretto i team a richiamare le monoposto per un nuovo cambio gomme. La qualifica si è conclusa con un incredibile terzo tempo per la McLaren di Button che domani partirà davanti a Kimi Raikkonen (4°) con la Ferrari, seguito dalla Red Bull di Daniel Ricciardo (5°). Chiudono la top ten la Williams di Valtteri Bottas, la Red Bull di Max Verstappen e, infine, la Williams di Felipe Massa.

CLASSIFICA CRONOMETRATA

1 LEWIS HAMILTON MERCEDES 1:07.922
2 NICO ROSBERG MERCEDES 1:08.465
3 NICO HULKENBERG FORCE INDIA 1:09.285
4 SEBASTIAN VETTEL FERRARI 1:09.781
5 JENSON BUTTON MCLAREN 1:09.900
6 KIMI RÄIKKÖNEN FERRARI 1:09.901
7 DANIEL RICCIARDO RED BULL RACING 1:09.980
8 VALTTERI BOTTAS WILLIAMS 1:10.440
9 MAX VERSTAPPEN RED BULL RACING 1:11.153
10 FELIPE MASSA WILLIAMS 1:11.977

LO SCHIERAMENTO Ecco la griglia di partenza per domani, che tiene conto delle penalità di Vettel e di Rosberg: 1)Hamilton 2) Hulkenberg 3) Button 4) Raikkonen 5) Ricciardo 6) Bottas 7) Rosberg 8) Verstappen 9) Vettel 10) Massa


TAGS: ferrari vettel kimi raikkonen Hamilton rosberg f1 gp austria campionato mondiale f1 2016 Mercedes amg f1 red bull ring