Autore:
Simone Dellisanti

GIORNATA DI LAVORO Si sono da poco concluse le prove libere del venerdì per il Circus della Formula Uno. Prove che si sono svolte sul circuito di Barcellona e che hanno prodotto un risultato che sorride alle Ferrari, che fa ben sperare per il weekend di gara.

ROSSO VIVO No, non c'è una Ferrari in prima posizione anche nella FP2 (al termine della FP1, Sebastian Vettel aveva conquistato il miglior tempo) davanti c'è il tedesco biondo targato Mercedes, conosciuto dai più con il nome di Nico Rosberg. Però, subito dietro, possiamo scorgere la Ferrari di Kimi Raikkonen. Il finlandese è stato più veloce di Vettel e più bravo a sfruttare le gomme medie nel pomeriggio, limitando il distacco dalla Mercedes a soli pochi decimi di secondo, esattamente 250 millesimi, una inezia.

CAUTO OTTIMISMO Meglio non rallegrarci troppo però. E' vero. La Ferrari è competitiva su questo tracciato e si adatta molto bene al mix di curve lente e veloci  che caratterizzano la pista di Catalunya, ma dobbiamo ricordarci che oggi è venerdì, e non si possono conoscere nel dettaglio le strategie su cui si sono concentrati i team. Per esempio, non possiamo sapere se un pilota ha preferito studiare la prestazione pura, cercando di migliorare il proprio giro veloce, utilizzando poco carico di benzina in vista delle qualifiche del sabato, oppure se si sia concentrato sul passo gara preservando la monoposto per domani. Da analizzare in quest'ottica le prestazioni di Lewis Hamilton e di Sebastian Vettel, con le monoposto gemelle di Nico e Kimi. E' molto probabile che quest'ultimi si siano concentrati molto di più sulla preparazione del set up, in vista della gara di domenica, piuttosto che sulla prestazione nuda e cruda. Alla fine della giornata i due hanno comunque concluso rispettivamente in 3° e 4° posizione.

GLI AVVERSARI Da sottolineare la performance di Sainz, che ha portato la sua Toro Rosso in 5° posizione e di Fernando Alonso su McLaren, che ha concluso sulla settima piazza, entrambi veloci e performanti, ma rimane sempre il dubbio sulla competitività delle loro vetture. Da segnalare la buona prova di Max Verstappen che si è subito trovato a suo agio sulla Red Bull () rimediando soltanto 2 decimi di distacco da Ricciardo (6°). Molto male invece Kvyat sulla Toro Rosso, che subisce un distacco di 1'2", dal compagno di squadra, Sainz Jr.

RISULTATO FP2 

1 Nico Rosberg Mercedes 1m23.922s 35
2 Kimi Raikkonen Ferrari 0.254s 31
3 Lewis Hamilton Mercedes 0.719s 27
4 Sebastian Vettel Ferrari 1.095s 35
5 Carlos Sainz Toro Rosso/Ferrari 1.209s 39
6 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 1.272s 37
7 Fernando Alonso McLaren/Honda 1.420s 31
8 Max Verstappen Red Bull/Renault 1.453s 31
9 Sergio Perez Force India/Mercedes 1.515s 32
10 Nico Hulkenberg Force India/Mercedes 1.531s 35
11 Valtteri Bottas Williams/Mercedes 1.786s 30
12 Jenson Button McLaren/Honda 1.971s 20
13 Romain Grosjean Haas/Ferrari 1.977s 33
14 Kevin Magnussen Renault 2.322s 40
15 Daniil Kvyat Toro Rosso/Ferrari 2.453s 44
16 Felipe Massa Williams/Mercedes 2.569s 36
17 Jolyon Palmer Renault 2.848s 16
18 Pascal Wehrlein Manor/Mercedes 3.038s 40
19 Rio Haryanto Manor/Mercedes 3.330s 39
20 Felipe Nasr Sauber/Ferrari 3.890s 40
21 Esteban Gutierrez Haas/Ferrari 4.283s 9
22 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari 4.579s 4

APPUNTAMENTO A DOMANI 

Sabato 14 maggio 2016

11:00-12:00 Prove libere 3 (diretta su Sky Sport F1, differita alle 15:40 su Rai Sport 2)

14:00-15:00 Qualifiche (diretta su Sky Sport F1, differita alle 17:55 su Rai 2)

Domenica 15 maggio 2016

14:00 Gara (diretta su Sky Sport F1, differita alle 21:00 su Rai 2)

 


TAGS: ferrari red bull vettel f1 2016 Raikkonen Hamilton f1 2016 gp spagna calendario f1 2016 nico rosberg toro rosso campionato mondiale f1 2016 daniel ricciardo kvyat