Autore:
Simone Dellisanti

BUONA NUOVA Sebastian Vettel, il pilota della Scuderia Ferrari non subirà nessuna punizione da scontare nel prossimo Gran Premio del Brasile per gli insulti rivolti a Charlie Whiting, in occasione degli ultimi giri del Gran Premio del Messico.

INSULTI VIA RADIO Se avete seguito l'ultima gara del campionato mondiale di Formula Uno, saprete che Sebastian Vettel ha mandato a quel paese Charlie Whiting, il direttore di gara della F1, nonchè capo del dipartimento tecnico della FIA, via radio ripetutamente, per non aver obbligato Max Verstappen, il pilota della Red Bull, a ridare la posizione al pilota tedesco della Rossa dopo il taglio della chicane.

RIPENSAMENTI Subito dopo la gara, Sebastian Vettel ha cercato personalmente Charlie Whiting per porgere le sue scuse al direttore e, insieme alla Scuderia Ferrari, ha inviato una lettera anche a Jean Todt (presidente della FIA) chiedendo scusa e cercando di spiegare il suo comportamento.

COMUNICATO UFFICIALE Dopo le sincere scuse della Rossa e del suo pilota, il Presidente della FIA ha deciso, di non prendere provvedimenti disciplinari promettendo e sottolineando, attraverso una comunicazione ufficiale che: "in caso di qualsiasi incidente simile a quello verificatosi in Messico, l’azione disciplinare sarà presa e portata davanti al Tribunale Internazionale della FIA per essere giudicata”. Piloti e team avvisati...


TAGS: ferrari vettel f1 2016 Raikkonen Charlie Whiting f1 gp brasile Jean Todt