Forse la scaramanzia non c'entra ed è un semplice caso. Tuttavia è quanto meno curioso che per la sua seconda stagione il WTCC scelga di partire ancora da Monza e di articolarsi su 10 date, proprio come nella trionfale stagione 2005. Dopo la gara brianzola del 2 aprile, il circus farà letteralmente il giro del mondo, toccando autodromi di grandissimo prestigio: Magny-Cours (Francia - 30 aprile), Brands Hatch (Gran Bretagna - 21 maggio), Oschersleben (Germania - 4 giugno), Curitiba (Brasile - 2 luglio), Puebla (Messico - 30 luglio), Brno (Repubblica Ceca - 3 settembre), Istanbul (Turchia - 24 settembre), Valencia (Spagna - 8 ottobre) e Macao (Macao - 19 novembre). L'obiettivo degli organizzatori è di avere ancora più seguito rispetto allo scorso anno, quando alle gare hanno assistito nel complesso 319 milioni di telespettatori da tutto il pianeta. In Italia la copertura video sarà garantita sia da Eurosport via satellite sia da Sportitalia, che trasmetterà tutte le gare in diretta. A garantire lo spettacolo c'è un lotto di partenti di altissimo livello, con otto Case costruttrici rappresentate (Alfa Romeo, BMW, Chevrolet, Ford, Honda, Lada, Peugeot e Seat) e piloti primissimo piano, come Zanardi, Larini, Morbidelli, Tarquini, Menu, Gené, Rydell, Priaulx e due tedeschi Jorg e Dirk Muller, giusto per fare qualche nome. Per tutti gomme Yokohama.


TAGS: ancora gare diretta livello macao luglio aprile settembre wtcc stagione monza c'e spettacolo garantire lotto rappresentate altissimo partenti case costruttrici