Spetta alla "Super 2000" il compito di rinverdire i fasti di Svezia, quando in ballo c’è un cronometro con conseguente bandiera a scacchi. Una S60 berlina a quattro porte con telaio monoscocca e gabbia di sicurezza integrale, dietro la quale ruggirà il cinque cilindri derivato dalla versione 2000 stradale.

I 1999 cc vedono una potenza massima di 250 cavalli a 8500 gir al minuto, tra il doppio albero a camme in testa e le quattro valvole per cilindro. La trasmissione è anteriore, il cambio manuale a sei marce e innesti frontali, con rapporti più corti rispetto alla sorella da città.

Di fronte, nello European Touring Car Championship 2002 – in partenza il prossimo 21 aprile a Magny Cours, prima di dieci gare di cui una italiana (a Pergusa il 22 settembre) – ci saranno Alfa Romeo 156, Bmw 320, Nissan Primera e Honda Civic.

La S60 Super 2000, progettata dalla inglese Prodrive, viaggia su

sospensioni su base della versione stradale, solo con ammortizzatori e molle differenti, anteriore McPherson e posteriore Multi-link. I cerchi sono da diciassette, ricoperti da Michelin slick o rain da competizione. Il peso è di 1140 chilogrammi, pilota incluso.

Al volante: Rickard Rydell, svedese che si è già aggiudicato il campionato turismo inglese, e James Hanson, inglese che l’anno scorso sedeva su Bmw in Super Production.


TAGS: volvo s60 super 2000