Autore:
Ronny Mengo

Non c’è solo il centinaio di scatti dei fotografi professionisti del Mondiale, a ricordare Pepi Cereda all’interno della mostra "Il magico mondo della Formula 1 2002": ci sono soprattutto quei preziosi pezzetti di carta, raccolti negli anni di gomito a gomito con i piloti di F1.

Una collezione unica, voluta e amata. Curata con la precisione dettata da passione e meticolosità. Non una piega ad un angolo, non un pezzetto sdrucito, anche se il nome stampato al centro risale ormai a decenni lontani. Si intuisce il gesto della mano che lo stira, quel bigliettino da visita così desiderato, chiesto e richiesto, nel rombo di un box, nella frenesia di un paddock. Una mania che riassume una carriera, e

una vita, trascorsa seguendo la passione dei motori.

Pepi è lì, a indicare i biglietti più difficili da recuperare, i più antichi, i più cari. A raccontare gli aneddoti che stanno dietro a quel segno di amicizia, di stima. E forse non sarebbe nemmeno troppo felice di tanto frastuono, attorno a una parte così intima di sé. E ci scuserà, mi scuserà, di questo pezzo. Il consiglio è quello di andarla a vedere la mostra, a Monza. Osservare le foto alle pareti, con calma, facendosi

trascinare nell’atmosfera di quel mondo, sentendo il fascino di quei rumori assordanti, cristallizzati su carta. Lui, sotto sotto, ne sarà contento.

Arengario di Monza (primo piano) - Mostra fotografica "Il magico mondo della Formula 1 2002" dei fotografi professionisti accreditati al 73° Gran Premio Vodafone d'Italia e 1° Premio

internazionale "Pepi Cereda" organizzato dall'Associazione Promozione Sociale Amici di Pepi Cereda. Questi gli orari: da giovedì 5 a martedì 10, dalle ore 11 alle 19 (lunedì 9, chiuso); da mercoledì 11 a domenica 15, dalle ore 11 alle 19 e dalle ore 21 alle 23.

TAGS: una mostra per pepi