Autore:
Luca Cereda

A META’ STRADA (DEL PREZZO) E siamo a tre. Dopo Car2Go ed Enjoy sbarca a Milano Twist, terzo operatore privato di car-sharing che si paga al minuto. Funziona come i concorrenti ma con un tariffario proprio, collocato a metà strada tra Car2Go ed Enjoy: noleggiare le citycar di Twist costa 27 centesimi di euro al minuto. Dal prossimo 2 maggio ne arriveranno 80 in tutta Milano, destinate a diventare 500 per settembre.

NOI PUFFI SIAM COSì Non riconoscerle è praticamente impossibile, vuoi per la livrea azzurro puffo, vuoi per quel logo con tanto di “S” a prova di Mr  Magoo. A proposito: stavolta si tratta di Volkswagen Up! a 5 porte, in allestimento Nove up! con Safety Pack (dispositivo di frenata d’emergenza più airbag passeggero anteriore) con cambio automatico. Anche le Up! di Twist avranno libero accesso all’Area C e potranno parcheggiare tra le strisce blu e gialle.

QUANTO MI COSTI? La tessera d’iscrizione al car sharing  Twist per un mese sarà gratis, dopodiché si pagherà 15 euro. 0,27 centesimi è il prezzo al minuto, ma il tariffario ha più sfaccettature: 14,90 euro la tariffa oraria, 59 euro la tariffa massima per 24 ore di noleggio. E quando tocca all’utente  benzina a una Twist, il servizio ricompensa accreditando 20 minuti gratuiti di car-sharing sulla sua card, da utilizzare entro trenta giorni da quando è avvenuto il rifornimento.

SERVIZIO TURISTICO Sulle up! di Twist c’è anche un tablet: un Galaxy Tab3 da 7’’ fornito da Samsung , uno dei partner d’eccellenza, insieme a Vodafone, di questa start-up. Con il tablet, munito di connessione 3G, è possibile gestire alcune pratiche del noleggio e monitorare punti di interesse in città prontamente segnalati dal dispositivo.


TAGS: car sharing car sharing twist milano volkswagen up! twist