Autore:
Luca Cereda

Se in cima alle liste dei regali di migliaia di bambini ci sono ancora le varie Playstation, X-Box e simili, è solo perché qualcosadel genere non possono averla; e forse, fino a poco tempo fa, non potevanonemmeno immaginarla. Toyota ha costruitonel suo "Technical Centre" di Higashifuji il più grande e avanzato simulatoredi guida al mondo.

Fa impressione solamente a guardarlo,figuriamoci dentro. Una capsula bianca gigante da 7,1 metri di diametro è sostenutada pistoni che ne variano l'inclinazione per ricreare contesti di guida piùrealistici. Chi si siede al volante percepisce sensazioni divelocità e accelerazione, oltre agli effetti sonori.  All'interno, una vera e propria autoappoggiata su una piattaforma è circondata da uno schermo a 360° da fareinvidia quello di Eurodisney.

Una simulazione così vivida da stuzzicare i  produttori di videogiochi, probabilmente, mamessa al servizio di una causa più nobile: la sicurezza. Nel momento in cui ilpilota accende il veicolo, si attiva un meccanismo di inclinazione, vibrazione,e altri sistemi che manipolano la cupola muovendola in un'area equivalente aquattro campi da tennis. Il tutto sotto l'impeccabile controllo di un computercentrale.

Lo scopo tanta applicazione ingegneristica sta nell'analizzarele caratteristiche della guida in condizioni particolari quali lo stato disonnolenza, fatica o malattia, per sviluppare tecnologie efficienti a ridurreil numero degli incidenti. Per quanto, tuttavia, non ci dispiacerebbe poterlo provare anche solo per una sfida a "GranTurismo". Ecco le caratteristiche tecniche delsimulatore.

Dimensioni della cupola
4,5 m d'altezza e 7,1 m di diametro
Mobilità della cupola
Max. 35 m in lunghezza, 20 m in larghezza
Inclinazione della cupola
Max 25 gradi
Livello di vibrazione
Max 50 mm in su o in giù
Percezione di velocità
Max. 0.5 G
Rotazione dell'asse
Max. 330 gradi in entrambe le direzioni