Autore:
Andrea Rapelli

MESCOLANZE Che uno voglia comprarsi l'Aston Martin, mi sembra un istinto più che sano e condivisibile. Così come quello, un po' meno danaroso ma ugualmente appassionato, di chi vuol mettersi in garage una coupé Toyota. La GT86 by DMD, però, va oltre, cercando una mescolanza tra “razze” che evidentemente piace agli appassionati del genere.

BRITISH STYLE L'elaborazione del tuner jap DMD – piuttosto sobria, direi – non è affatto male: la tradizionale bocca Aston si integra bene nel frontale della GT86 e non mancano diversi particolari british come gli interni in pelle o le cuciture a contrasto sulla plancia. Senza dimenticare paraurti ridisegnati, cerchi dedicati e la scritta “86 Vantage” creata ad hoc. Perfino il quadro strumenti si rifà a quello della supercar inglese.

4.000 DOLLARI Vi state chiedendo perché mai qualcuno dovrebbe mettersi in garage una Toyota GT86 che assomiglia ad una Aston? Le vie della passione, si sa, sono infinite. Specie se il kit by DMD – fornito a circa 4.000 dollari – non ha un costo esagerato. Almeno non come il prezzo di una Aston...