Autore:
Andrea Mariani

SPIGOLOSA Come modificare un modello di successo senza stravolgerne i contenuti stilistici? L’Audi ce lo ha già dimostrato con le nuove versioni di A3 Sportback e A6: più spigoli, una bocca tutta nuova, dimensioni ritoccate, e poco di più. Le vere novità, quelle tecniche, sono relegate all’interno, nascoste agli occhi ma ben palpabili una volta al volante. Sarà così anche per la nuova Audi TT, di cui qualcosa si inizia a sapere.

INDISCRETO Si sa, per esempio, che sarà leggermente più grande della versione attuale, anche perché costruita sul pianale della Golf V e non della IV. Che avrà quasi certamente ancora due posti e che disporrà di motori a quattro e sei cilindri, con cilindrate anche superiori ai tre litri e potenze che, nelle versioni più sportive, potranno arrivare a 280 cavalli.

IDENTIKIT Quanto all’abito, il compito è più arduo. Riuscire a immaginare le nuove linee sulla base di immagini catturate su strada durante i test delle vetture preserie, di auto mimetizzate con grande impiego di scotch per renderle irriconoscibili, è molto difficile. Abbiamo perciò girato il compito al nostro esperto di design, Andrea Mariani, che con l’ausilio del computer è in grado di interpretare anche il più piccolo particolare e ricavarne indicazioni utili per arrivare a formulare un identikit realistico della nuova vettura. Come ci sia arrivato lo spiega lui stesso.

"Il frontale delle nuove Audi è lo stesso anticipato già nel 2003 con il prototipo Nuvolari. Ho deciso così di partire da questa concept per l'elaborazione delle foto.

Per la vista anteriore non c'è stato bisogno di tanta fantasia. Infatti, il frontale si contraddistingue per il generoso radiatore che fa parte ormai del nuovo stile Audi, e dai fari che riprendono il disegno del prototipo Nuvolari. Nella vista laterale si nota la nervatura che parte dal passaruota anteriore e corre lungo tutta la fiancata, mentre il padiglione rimane quello attuale, molto rastremato verso il posteriore.

La vista posteriore è forse quella più interessante, anche se molto diversa da tutto quello che si è visto finora in rete o sui giornali. Non è il posteriore attuale, ma si avvicina molto a quello della Nuvolari e, neanche a farlo apposta, richiama molto quello della nuova A6. Forse non sembrerà così sportivo come ci si aspetta dalla nuova TT, ma credo che l'impronta stilistica possa essere quella giusta". A voi ora il compito di commentare.


TAGS: sarà così la nuova audi tt?