Autore:
Giulia Fermani

CINQUE DI FILA Rolls-Royce chiude il 2014 con un bilancio da incorniciare. Quello che si è appena concluso, infatti, è stato l’anno in cui si è registrato il più elevato numero di vendite nei 111 anni di storia della Casa inglese per eccellenza. Neanche a dirlo, gli USA restano il primo mercato per importanza, seguito da Medio Oriente, Europa e Cina.

NEI SOGNI DI TUTTI I dati del 2014 hanno confermato Rolls-Royce come leader nel segmento dei beni di extralusso, con 4063 auto vendute, vale a dire il 12% in più rispetto all’anno precedente e addirittura questa cifra è quattro volte superiore ai dati del 2009. Successo indiscusso, che ha contribuito a creare 200 nuovi posti di lavoro negli ultimi due anni, tanto che sono più di 1.500 i dipendenti della sola sede inglese. La crescita ha toccato tutte le latitudini, anche se l’incremento maggiore si è registrato in Nord America (+30%), Medio Oriente (+20%) - tanto che il record di vendite del 2014 lo detiene il concessionario di Abu Dhabi- ed Europa (+40%, di cui il 30% solo in Germania). Va segnalata l'accoglienza molto calorosa per la Rolls-Royce Ghost Serie II, lanciata a novembre, e la Wraith, anche se il fiore all’occhiello della Casa resta la Phantom. Anche le Collezioni Bespoke (vedi: Waterspeed, Pinnacle Travel e Metropolitan) e altre creazioni uniche come la Maharaja Phantom Drophead Coupé, hanno confermato la spinta verso la sempre maggiore personalizzazione dei singoli esemplari.