Autore:
Lorenzo Centenari

CARO REVISIONI Cara revisione, quanto ci costi? Il calcolo è presto fatto. Nel primo semestre 2017, per far revisionare le proprie auto presso le officine autorizzate gli italiani hanno speso un totale di 1.447,9 milioni di euro. Rispetto ai primi sei mesi del 2016, quando le uscite complessive ammontavano a 1.432,1 milioni di euro, si registra un aumento dell’1,1%. A stabilirlo è l’Osservatorio di Autopromotec, la più specializzata rassegna espositiva internazionale di attrezzature e aftermarket automobilistico.

(PRE)REVISIONE La cifra elaborata dal Centro studi Autopromotec comprende sia il pagamento della tariffa fissa per le revisioni vere e proprie, fattore che incide nella misura di 501 milioni di euro (+0,2%), sia il costo per le cosiddette operazioni di prerevisione, vale a dire le manutenzioni e le riparazioni necessarie affinché i veicoli superino i test. Qui lo spesometro cresce a quota 947 milioni di euro (+1,6%). Il totale, appunto, fa 1,44 miliardi di euro.

PIU' AUTO, PIU' EURO A generare un aumento della spesa per la revisione auto obbligatoria è la combinazione di due concause: innanzitutto, il parco degli autoveicoli revisionati da gennaio a giugno 2017 è superiore dello 0,2% a quello maturato nello stesso periodo del 2016. Inoltre, nel caso delle prerevisioni, la fuoriuscita di denaro risulta oggi maggiore anche in relazione all’incremento dei costi delle operazioni di manutenzione e riparazione, come risulta dagli indici Istat (+1,32%).

DURA LEX SED LEX Purtroppo o per fortuna, l’attività di revisione degli autoveicoli è un obbligo prescritto dalla Legge e non può essere trascurata. A differenza di altre spese di gestione legate all'auto (vedi tassa di possesso, accise sul carburante, etc.), tuttavia, la revisione è anche strumento efficace per misurare il grado di efficienza del proprio veicolo. Con positivi riflessi individuali e collettivi sia in termini di sicurezza stradale, sia in chiave emissioni gas di scarico. Ne approfittiamo per ricordare come il Codice della Strada imponga la revisione dapprima a partire da quattro anni dalla data di prima immatricolazione, e in seguito entro due anni dal controllo precedente. Ci si può rivolgere sia alla Motorizzazione Civile, sia alle officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti.


TAGS: tariffe manutenzione auto revisione auto osservatorio autopromotec officine autorizzate