Autore:
La Redazione

TAGLIE DIVERSE Si fa presto a dire “sono comodo, domino molto bene la strada, ho tutti i comandi a portata di mano” quando proviamo un'auto. E se salisse una persona di un'altezza diversa, potrebbe dire le stesse cose? Per dare una risposta abbiamo deciso di prendere Matteo, alto 1,73 m, Luca, alto 1,80 m e Marco, alto 1,93 m per capire come si possono trovare sulla nuova Peugeot 3008 ed il suo i-Cockpit 2.0. Tre driver di taglia diversa per un solo abitacolo, unico nel suo genere.

QUALCHE SACRIFICIO Matteo, forte dei suoi 173 cm di altezza, si trova a suo agio al volante della nuova 3008. A dire la verità, ci sarebbe qualche compromesso da trovare a causa delle leve non lunghissime, fattore che lo costringe ad abbassare l'altezza del volante che va a trovarsi vicino alle gambe. Poca roba, dal momento che quando la strada si fa più attorcigliata il piacere di guida che regala il piccolo volante in stile go-kart ripaga ogni piccola rinuncia. I comandi del sistema di infotainment sono piacevolmente integrati sulle razze alle ore 9.15, con i tasti per regolare il volume sulla sinistra ed il selettore della stazione radio a destra. Sul piantone dello sterzo, a sinistra, sbuca fuori un elemento plasticoso che implementa i comandi del cruise control.

BUON PACCHETTO Più che soddisfatto Luca, che con i suoi 180 cm rappresenta la taglia standard del nostro test. La posizione di guida è ottima e gli consente di dominare bene la strada praticamente a 360°. E per tutti gli angoli ciechi, la Peugeot 3008 si dimostra ricca di sensori e retrocamere che ci avvisano ed informano sulla presenza di ostacoli anche dove il nostro occhio non arriva. Validi anche i sedili, ben avvolgenti soprattutto nella zona lombare, che prevedono come optional la possibilità di integrare il massaggio ed il riscaldamento.

FUORI SCALA Marco ed i suoi 193 cm sono il caso limite del test di comodità. La 3008 ed il suo iCockpit, tuttavia, rispondono bene anche in questa situazione. Anche in questo caso la posizione di guida è molto valida, con il volante che – anche se impostato sull'altezza massima – non va ad oscurare il cruscotto digitale. La strumentazione a pianoforte, con i sette tasti fisici, è messa lì dove meglio non si potrebbe, con i comandi immediatamente riconoscibili e ben memorizzabili. È comunque il design generale del nuovo i-Cockpit di Peugeot a stupire fino in fondo: si ha quasi l'impressione di assere stati calati direttamente dentro una concept, per quanto sembra futuristico Un effetto wow che apprezzano persone di tutte le taglie.  


TAGS: peugeot peugeot 3008 peugeot 5008 peugeot icockpit 2.0