La voglia d'indipendenza e la passione per i motori sono leve troppo forti per esser tenute a bada facilmente. Soprattutto quando si è giovani e ci si vuole godere la vita. Da aprile, il Ministero consente ai giovani 17enni, già in possesso della patente A1 per i motocicli, di esercitarsi al volante fino al conseguimento della patente B. Conditio sine qua non, la presenza di un istruttore designato durante le guide.

Il percorso per la GA (Guida Accompagnata) è tuttavia ripido e richiede una buona dose di pazienza. Per prima cosa il candidato si deve recare in Motorizzazione Civile e consegnare, insieme all'apposito modulo già compilato e firmato dai genitori, la dichiarazione di essere genitore/tutore e le ricevute di bollettini postali per un totale di 38,24 euro. In questo modo, il 17enne avrà accesso a 10 ore di corso di guida pratica da svolgersi in autoscuola. Solo dopo, con l'attestato ricevuto dalla scuola guida, il minore può presentarsi agli uffici della Motorizzazione, che daranno l'ok alla GA.

A questo punto, si apre il capitolo dell'istruttore designato. Se ne possono indicare fino a 3 e devono avere queste caratteristiche:

-essere titolare di patente B o superiore e averla conseguita da almeno 10 anni

-non deve avere oltrepassato i 60 anni

-la sua patente non deve aver subito sospensioni o revoche negli ultimi 5 anni

Non è finita, perché prima di partire per le guide accompagnate dovrete esporre sull'auto due cartelli con la scritta GA nera su campo giallo: l'anteriore deve misurare 120x150 mm, il posteriore 300x300 ed entrambi devono essere retroriflettenti. Inoltre, il veicolo utilizzato deve obbligatoriamente avere un rapporto potenza/tara non superiore ai 55 kW/tonnellata e non superare comunque i 70 kW (95 CV) di potenza massima.

Occhio, tuttavia, a fare i ganassa con gli amici: se venite beccati a guidare senza accompagnatore, dovrete sborsare ben 389 euro, il veicolo sarà sottoposto a fermo amministrativo per 3 mesi e incorrerete nella revoca della GA. In ogni caso, ricordate che non potete trasportare, durante le esercitazioni, alcun passeggero né trainare rimorchi. I limiti di velocità sono quelli validi per i neopatentati mentre non esistono limitazioni temporali. Le esercitazioni, infine, possono svolgersi su qualsiasi tipo di strada.

Raggiunta la maggiore età, potete saltare a piè pari – perché comprese nell'anno di GA – le 6 ore previste in autostrada/superstrada o nelle ore notturne dedicate a chi si avvicina al mondo dei patentati per la prima volta. Ci sono, tuttavia, alcune condizioni: tanto per cominciare, dovrete presentare la domanda di ammissione all'esame pratico entro 6 mesi dal compimento dei 18 anni. Infine, non dovete mai aver subito la revoca della GA.


TAGS: patente guida accompagnata foglio rosa