Autore:
Lorenzo Centenari

LUGLIO, COL TUTOR CHE TI VOGLIO Una data da cerchiare in rosso sul lunario. È quella del 15 luglio 2018, giorno in cui sulle autostrade italiane il Tutor tornerà in azione. Riacquistando il proprio ruolo di "tutore" della legge, e vendicandosi senza pietà delle pernacchie ricevute dagli automobilisti il mese prima, quando una sentenza ne bendò gli occhi e gli impedì di svolgere il proprio dovere. Autostrade per l'italia ha dunque individuato le coordinate, da domenica 15 luglio (una delle prime date "calde" dell'esodo estivo) parte la sperimentazione dei nuovi dispositivi. Più tecnologici, più severi. Bene (male, direte voi furfanti...), ma dove saranno i Tutor 2.0?

OCCHIO BIONICO Ancora non è dato sapere con massima precisione quali tratte verranno inizialmente interessate dal nuovo programma di monitoraggio della velocità media. Del Sistema Informativo di Controllo Velocità con tecnologia Plate Matching (SICVe-PM) che accenderà i motori a "ferraluglio" conosciamo al momento la quantità di esemplari in fase di riscaldamento. Sarebbero 25-30 le tratte che verranno attentamente scansionate, probabilmente a intervalli, da coppie di dispositivi che si annunciano più precisi nel rilevamento e più rapidi nella trasmissione dei dati. Riconoscimento targhe, ma anche incrocio di immagini.

VACANZIERI AVVISATI Quali tratte? Autostrade per l'Italia comunica solo che i primi Tutor di nuova generazione troveranno casa sulle direttrici più battute dal traffico vacanziero, ma anche quelle frequentate dai pendolari. Insomma, le autostrade colpite dal maggior rischio incidenti. Non ci sbagliamo di molto se ipotizziamo che il progetto pilota coinvolgerà l'A1 Milano-Napoli, l'A3 Napoli-Salerno, l'A14 Bologna-Taranto, l'A4 Torino-Trieste, l'A24 Roma-L'Aquila-Teramo, la A7 Milano-Genova. Più, ovviamente, altri segmenti dei quali riceveremo presto notizie ufficiali. Agli entusiasti corridori post-sentenza, non resta che scendere di nuovo a patti col tachimetro.


TAGS: tutor sicurezza stradale Tutor attivi controllo velocità tutor illegale