Autore:
Marco Congiu

TUTTA NUOVA Quando ti chiami "Jeep" e  il tuo nome fa rima con "fuoristrada", benedici il giorno in cui il mercato dell'auto ha deciso di virare verso i SUV. Con la nuova Compass, il marchio premium di FCA va a scontrarsi con rivali del calibro di Peugeot 3008, di VW Tiguan, dell'intramontabile Qasqhai, Grandland X, Kia Sportage e Hyundai Tucson. Affollatino come segmento, non vi pare? Adesso però, è il momento di rispondere alle domande che ci avete fatto sull'ultimo SUV di Jeep. Cominciamo!

CI STA IN GARAGE? Le dimensioni della nuova Jeep Compass rientrano alla perfezione in quelle del segmento C dei SUV. Lunga 4,39 metri per 1,87 di larghezza, può essere parcheggiata praticamente in scioltezza nella gran parte dei box e dei garage. Per chi volesse evitare di colpire qualsiasi ostacolo anche in manovra in retromarcia, abbiamo la telecamera posteriore ed i sensori di parcheggio. Gli ingombri sono al di sotto della media del segmento, se paragonati con la concorrenza che vi ho già citato, il che aiuta a sfruttare anche gli spazi più stretti in città.

COM'È FATTA DENTRO? Quando ambisci ad essere Premium, devi avere degli interni all'altezza. Fatto salvo i sedili in pelle dell'allestimento Limited - optional da 1.300 euro - il resto dei materiali, pur se di buona qualità, è molto plasticoso. Intendiamoci, sono materiali resistenti e pensati per durare, ma che messi a confronto con un concorrente di pari livello, potrebbero non uscirne vincitori. Il volante multifunzione richiama da vicino quello della 500L, mentre va fatto un plauso per il sistema di infotainment Uconnect 3.0: rapido, preciso ed efficace. Abbiamo anche la compatibilità con Android Auto ed Apple CarPlay. Chapeau. La capacità del bagagiliaio è di 438 litri: buona, nell'insieme, anche se non da record. La spesa per la famiglia di 4 persone, così come le valige per un lungo viaggio, ci stanno comunque alla perfezione. Dentro poi, meglio viaggiare in quattro adulti anziché in 5, anche per via del tunnel di trasmissione centrale.

COME SI GUIDA? In città la nuova Compass si guida bene. Con il 2.0 diesel da 140 CV che equipaggia questa versione, ho un ottimo sprint ai semafori e agli stop, con consumi in linea con quanto offerto dal segmento: quasi 18 km con un litro di carburante. Buono anche il cambio automatico a 9 rapporti, intelligente quanto basta. Lo sterzo, poi, è leggero il giusto per non stancare alla guida ma capace ugualmente di inviare a chi lo stringe tra le mani buone sensazioni complessive. SUV promosso a pieni voti!

COME VA IN FUORISTRADA? Ogni Jeep che si rispetti,  porta con sé il DNA che fu della Willis, il fuoristrada dell'esercito americano nato nella seconda gurra mondiale e capace di arrivare dai ghiacci della foresta delle ardenne al caldo torrido di Okinawa. La versione Trailhawk, da tradizione, è più disposta all'off road, con un assetto rialzato di 2.5 cm in più rispetto alla compass tradizionale. L'angolo di attacco è di 30°, quello d'uscita di oltre 33, mentre nel fondo scocca sono state inserite delle piastre apposite di protezione degli organi meccanici. Tradotto: quando troverete la nevicata del secolo mentre andate a Cortina, non avrete problemi ad arrivare sani, salvi e comodi. 

CHE VERSIONE CONSIGLIATE? Con prezzi che partono dai 25.000 euro per la versione d'attacco fino ai quasi 40.000 del top di gamma, la nuova Jeep Compass si rivela abbastanza poliedrica. Se siete alla ricerca di un allestimento ricco, la scelta ricade per forza sulla Limited, meglio il 2.0 del 1.6 Diesel. Se, al contrario, volete risparmiare qualcosina in fase di mantenimento e di acquisto, la Business è quella che fa per voi. Patiti del fuoristrada? La risposta è una ed una soltanto: Trailhawk.


TAGS: jeep nuova Jeep Compass Nuova Compass nuova jeep nuova jeep compass 2018 nuova jeep compass 2017 nuova jeep compass prezzo jeep compass limited jeep compass interni jeep compass nuova jeep compass immagini jeep compass 2017 configuratore