Autore:
Luca Cereda

LONTANI PARENTI Che c’azzecca Nissan con l’iPhone? Fino a ieri poco o niente ma da oggi la casa giapponese e il telefonino più in voga del momento vanno a braccetto in una sperimentazione che potrebbe avere un futuro commerciale. Il comune denominatore è la tecnologia: nessun software né app, bensì la speciale livrea antigraffio Nissan Scratch Shield sperimentata ora sulle cover dell’iPhone.

FORMULA MAGICA La sua caratteristica è molto semplice: si ripara da sola. Se lo smartphone cade e apre una crepa sulla cover, questa vernice dalla speciale composizione è in grado di suturarla da sé in un tempo che va da meno di un’ora a una settimana (a seconda della profondità del graffio). Il segreto è una vernice esterna realizzata in polyrotaxane; ciò significa che quando il danno al rivestimento si presenta come un graffio superficiale, la struttura chimica è in grado di reagire, tornando alla propria forma originaria e riempiendo la crepa.

BETA TESTER Inizialmente introdotta per scopi automobilistici, la vernice Nissan Scratch Shield è già disponibile su diversi modelli della Casa (Murano, 370Z e X-Trail) e per le Infiniti. Adesso potrebbe “scendere” dall’auto ed estendersi su larga scala anche alla telefonia. La custodia per iPhone auto-riparante (compatibile con i modelli iPhone 4 e 4s) è stata realizzata da Nissan con l’obiettivo di sottoporla a test di giornalisti e clienti selezionati. Se l’esperimento funzionerà, entro la fine dell’anno Nissan potrebbe valutarne la commercializzazione.