Autore:
M.A. Corniche

Com'eraUn Centro Stile che di stile parla da solo. Nasce sulle rovine de La Rotonda, un edificio progettato negli Anni 60 da Paul Hamilton come deposito per il materiale ferroviario e per la manutenzione della British Rail, le ferrovie inglesi. Una struttura dallo stile particolare, una ellisse, disegnata così per permettere ai camion di entrare e manovrare senza difficoltà. Un bel disegno premiato con l’Architectural Design Project Award nel '66 e dalla British Cocrete Society nel 1969.

Com'èIncastrato tra piloni stradali e altri edifici (tra cui il Monsoon Building con la sua caratteristica forma a vela) della Rotonda si vede quasi solo il tetto, simile a un disco volante schiantatosi in un dedalo di strade. Abbandonato per anni, sede di rave party e richiamo per graffitari, rischiava di essere abbattuto fino a quando, nel 1994, ha ottenuto 2 stelle come edificio appartenente all’English Heritage, il patrimonio nazionale inglese.

Nel 2002 Nissan decide farne la sede europea dello stile, il Nissan Design Europe e ne affida la ristrutturazione agli architetti Tate e Hindle che iniziano l’opera tenendo presente tutti i vincoli architettonici: i lavori dei graffitari, per esempio sono rimasti, protetti da una finta parete.

Già dall’ingresso, posto sulla riva del Grand Union Canal, si percepisce l’atmosfera algida e neutra che si ritrova all’interno: muri bianchi, acciaio, luci fredde come il ghiaccio. All’interno i grandi spazi al pianterreno sono utilizzati per la creazione dei modelli e un piano intermedio è ricavato agli apici dell’ellisse per le scrivanie dei designer da una parte e come magazzino dei modelli dall’altra.

Stile a parte, il nuovo Studio è un segnale forte di quanto Nissan, che per anni ha proposto modelli dallo stile naftalina (salvo Micra e pochi altri esempi), punti sul design. La coupè 350 Z, in vendita dal

prossimo autunno, la dice lunga.

Una svolta a cui ha contribuito il nuovo (dal 2002) vice-president Carlos Ghosn. In pochi anni un’azienda indebitata fino al collo che sembrava destinata a scomparire, ha ridotto drasticamente l’indebitamento e ha varato un piano di rilancio che sta già dando i suoi frutti. Chissà che non sia esportabile...


TAGS: nissan punta sul design