Autore:
Alfredo Verdicchio

In un momento di transizione generale (in Italia si sta ancora discutendo sul caso FIAT), c'è più che mai bisogno di un segnale di ottimismo. E il Motor Show capita proprio a fagiolo. Più di 50 le novità fra auto e moto, e l'opportunità per il pubblico di toccare con mano il meglio della produzione motoristica. Tra le moto, previste 16 novità, di cui 6 anteprime mondiali. Aprilia presenterà la versione adventure della sua Caponord. La BMW sarà presente con la R 1150 R Fun e con il nuovo motore a doppia accensione, mentre da Honda si attendono tre prime mondiali: la Hornet 600 con motore ad iniezione, la maxi naked CB 1300 e uno scooter ancora non meglio identificato. Finalmente rientra alla grande il marchio Laverda con la nuova SFC, nome impegnativo che segna il debutto di una sportiva, probabilmente bicilindrica. Naturalmente sarà anche possibile provare gran parte delle novità: sono infatti state allestite sette aree esterne per consentire a visitatori di poter saggiare e valutare i prodotti e, ai produttori, di valutare le impressioni e i bisogni dei primi. E nelle aree esterne sarà la Ducati a farla da padrone. Visto che gioca in casa, il marchio Bolognese ha deciso di fare le cose in grande allestendo addirittura un Ducati Village all'area 45. Quì tutti gli appassionati potranno naturalmente vedere da vicino tutti i modelli della produzione Ducati, tra cui anche la nuovissima 999R, le moto da gara (desmosedici compresa). Il Ducati Village sarà però un punto di ritrovo molto animato, con esibizioni di piloti e stuntman. Il pubblico non sarà solo elemento passivo perché sarà possibile anche provare la Nuova Monster, mentre per le donne Ducati organizzerà un mini corso di guida in sella alla Monster 620 ie.

Il 7 dicembre aprirà le danze il reparto corse della Ferrari, con protagonista la stessa F2002 che si è aggiudicata il titolo iridato di questo anno. Seguiranno, poi, l’Eurotouring, l’Euro3000, l’inedito V8Star, il Kart ed una esibizione Maserati, le Minardi F1 biposto, Peugeot Speed. Per le moto saranno di scena esibizioni di Freestyle, mentre il 14 e 15 scenderanno in pista le SuperMotard.

La passione dell'auto potrà sfogarsi anche con una visita allo stand del Museo storico Alfa Romeo, presente con una selezione di vetture in rappresentanza di 90 anni di storia del marchio. Saranno esposte la prima auto Alfa, la “24HP Torpedo” del 1910, la RL “Targa Florio” del 1923, le leggendarie 8C 2300 “Monza” del 1931 e “Gran Premio TipoB P3” del 1932 su cui trionfò Tazio Nuvolari. E inoltre, la 6C 2500 “Villa D’Este”, la 8C 2900 B Lungo, la 1900 “Disco Volante”.

Spazio alla passione storica anche per i motociclisti che avranno a disposizione un bus (ogni giorno alle ore 15.30 ingresso Calzoni, a lato del pad.20) per recarsi in visita al Museo Ducati.

Il 27° Motor Show sarà aperto al pubblico dal 7 al 15 dicembre presso il quartiere fieristico di Bologna Fiere. Sarà di nuovo operativo il servizio di treni per la stazione di Bologna Fiere, con il costo del biglietto d’ingresso incluso (20 euro per gli adulti, 14 per i ragazzi dai sette ai 14 anni mentre non pagano i bambini fino a sei anni compiuti). I voucher sono acquistabili presso le biglietterie ferroviarie che esporranno l’indicazione "Treni Charter Motor Show". 

Tutte le informazioni, compreso l'orario dei treni speciali, il calendario delle gare, il rpogramma degli eventi e quant'altro, sono disponibili sul sito ufficiale del Motor Show.  Info: Tel.+39.051.6451.011 Fax: +39.051.6451.099. Call Center Motor Show di Bologna: Tel. 848 800 503