Rossa, tetto e specchi laterali bianchi, bassa, larga, battezzata Schnitzer British Technology & Design: i cerchi a cinque razze, rossi pure loro, sono da diciassette pollici con la possibilità di esagerare e montare quelli da diciotto, le sospensioni sono sapientemente irrigidite e l’assetto ha permesso di abbassare l’altezza da terra di 20 mm.

Dietro, spiccano gli scarichi in acciaio posti ai due lati della coda, e la fascia

cromata del paraurti, ripresa dal lato superiore del portatarga. Alluminio per gli interni (pedaliera, freno a mano e modanature della plancia), più computer di bordo, sistema di navigazione satellitare, tappetini personalizzati e infointrattenimento curato da VDO Dayton.

I dettagli relativi al motore, casualmente, non sono stati resi noti, forse per evitare problemucci con codici e regolamenti vari. Promette emozioni la Mini con i colori del Milan, almeno a giudicare dall'assaggio che esce dai due terminali di scarico,


TAGS: mini ac schnitzer mini: tutti i modelli speciali