Autore:
Luca Cereda

ESAGERATO Ci aveva già pensato Mercedes aggiungendo un altro paio di ruote, a rendere la sua Classe G63 AMG un caterpillar ancor più inarrestabile, in questa versione “monstre” a sei ruote motrici. Sembrava l’estremo dell’estremo, prima che Mansory – tuner avvezzo agli eccessi– decidesse di rincarare la dose. Vi basti sapere che il Mercedes G63 AMG 6x6 by Mansory arriva alla bellezza di 840 cv di potenza massima e 1000 Nm di coppia, partendo da una base che è arcinota: il muscoloso V8 5,5 litri biturbo della Stella, che con i suoi 544 cv e 758 Nm “di serie” normalmente spinge sia la Classe G63 4x4 sia la 6x6.

NON SOLO HARDWARE La cura dopante riservata al motore è frutto di una serie di modifiche ad alcune sue componenti: bielle, pistoni, cuscinetti, testata, albero motore e scarico. Mansory, però, non si è limitato all’hardware e ha messo mano anno anche allo stile. Così il Mercedes G63 AMG 6x6 by Mansory sfoggia un frontale rivisitato in più punti (cofano, griglia e fari) e abbellito da dettagli in fibra di carbonio, come le calotte specchi e le minigonne laterali. Anche gli interni, dei quali per il momento mancano le foto, promettono un tocco ancor più premium grazie a inserti in Alcantara, legno e fibra di carbonio.