Autore:
Fabio Cesare

La Mercedes diventa extra large. La AMG ha sviluppato una versione dalla Classe G a quattro porte allungata di 58 cm con tre file di sedili per otto posti. La carrozzeria della monovolume fuori strada è stata sviluppata dalla Binz e vanta prestazioni di primissimo piano se si considera l’ingombro: accanto alla motorizzazione G 400 CDI da 250 cavalli (184 kW) verrà montato un Diesel V8 da 296 cv (218 kW) sulla versione G 550. Per chi vuole esagerare c’è la versione G 55: la motorizzazione più cattiva spinge il pachiderma Mercedes fino a 209 km/h e promette di accelerare da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi.

Gli interni sono raffinati quanto solo i modelli della casa di Stoccarda sanno esserlo: sedili in pelle, regolazioni elettroniche dei sedili, inserti in radica. La casa tedesca prevede comunque un allestimento base da personalizzare a seconda delle richieste dei clienti. E non potrebbe che essere così: chi spende 395.000 marchi per un’automobile (circa 395 milioni di lire) deve essere un po’ difficile da accontentare.