Al di là dell’oceano piace alla gente che piace, attori e sportivi in primis. Un mezzo da guerra da usare tutti i giorni, sicuro, indistruttibile, inarrestabile, che dà sicurezza, ma che trasmette un fascino perverso che conquista al primo sguardo. Soprattutto nella versione ammaestrata, ridimensionata nelle misure e resa più abitabile da un interno lussuoso: l’H2. Ma anche sulla sponda orientale dell’oceano gli estimatori non mancano; l’Hummer "ristretto" in particolare ha un suo seguito di fans, disposti anche a ricorrere alle importazioni parallele pur di poter esibire il loro gioiellino a stelle e strisce. Unico problema il prezzo, finora bloccato attorno ai 100 mila euro. Troppi, anche per un vero appassionato.

Da oggi però si cambia, e oltre alla disponibilità di assitenza, di pezzi di ricambio e quant'altro sia in grado di fornire un importatore ufficiale, anche il listino avrà una sua ufficialità. Per l'H2 si parla di una base di 80.000 euro, una cifra molto più "ragionevole" rispetto alle richieste dei "paralleli". Il prezzo esatto verrà comunicato al più presto. 

Di definitivo in compenso c'è il nome del distributore: Cavauto North American Vehicle Division SpA, con sede a Cantù (CO ) in viale Lombardia 67 (031.734763). E’ qui che gli Hummer arriveranno dall’America, potranno essere provati e acquistati, e da qui partiranno per rifornire la rete degli otto concessionari ufficiali che verrà creata entro il 2004.


TAGS: l'hummer sbarca in italia