Autore:
Lorenzo Centenari

SUPER MAZZATA Il superbollo danneggia l'economia nazionale. Ovvero un tessuto fertile, che vanta eccellenze uniche al mondo come Ferrari, Maserati e Lamborghini. Pertanto, il superbollo va eliminato. Questo, in estrema sintesi, lo Sticchi pensiero, un messaggio al Governo nella speranza che la prossima legge di Stabilità includa misure a riguardo.

MASOCHISMO ALL'ITALIANA Già schieratosi a sfavore della supertassa sulla potenza (ufficialmente Addizionale erariale sulle tasse automobilistiche), in occasione della presentazione della 34esima edizione di Auto e Moto d'Epoca di Padova il presidente dell'Aci Angelo Sticchi Damiani torna sul tema e rincara la dose. "Bisogna eliminare il superbollo perchè - spiega Sticchi Damiani - non è sensato penalizzare un comparto su cui l'Italia vanta eccellenze mondiali. Inoltre, questa misura non ha portato i risultati attesi, ma anzi: il superbollo ha prodotto un gettito assai nferiore alle aspettative".

DIFENDIAMO L'AUTO STORICA Il numero uno dell'Automobile Club d'Italia coglie la palla al balzo e affronta anche gli argomenti auto storiche e auto sportive"Va riordinato il bollo auto per le vetture ultra ventennali veramente storiche, che ogni anno aumentano di circa mille unità: vanno tutelate solo queste, esentandole dal pagamento del bollo auto anche perché - sostiene Sticchi - tutte le altre circolanti ogni giorno sono inquinanti, poco sicure e dannose per l'ambiente". Capitolo auto da competizione: "In occasione del Rally di Roma Capitale - afferma il presidente Aci - un'auto e' stata multata perché non omologata per la circolazione, anche se più sicura. La polizia municipale ha fatto il suo dovere, ma e' necessaria una regolamentazione ad hoc per queste auto in occasione di eventi sportivi, un protocollo che permetta loro lo spostamento su strada per raggiungere le tappe di gara"


TAGS: superbollo aci angelo sticchi damiani legge di stabilità bollo auto storiche