Autore:
Giulia Fermani

BAMBINI DIMENTICATI IN AUTO La cronaca degli ultimi anni è costellata di tragedie che hanno visto coinvolti bambini lasciati inavvertitamente chiusi in auto. Solo negli Stati Uniti, dall’inizio dell’anno, sono già 38 i bambini morti a causa di queste dinamiche e certamente ricorderete la vicenda della piccola Tamara, morta in provincia di Arezzo lo scorso giugno. Possibile, però, che nell’epoca della guida autonoma, dei radar e dei comandi a riconoscimento vocale nessuna casa automobilistica abbia messo a punto una soluzione? Lo scorso agosto vi abbiamo parlato del Nissan Rear Door Alert  e ora è il turno della coreana Hyundai, che ha presentato un sistema di allarme che avvisa della presenza di bambini sui sedili posteriori dell’automobile, anche dopo averla spenta.

LA MACCHINA TI AVVISA I decessi infantili a causa dell’abbandono accidentale in auto risulta essere un fenomeno talmente esteso da spingere il Parlamento italiano a discutere la possibilità di introdurre l’obbligo di installare su tutti i seggiolini auto dei sistemi di allarme anti-abbandono. Si inserisce in quest’ottica la tecnologia salva bambini di Hyundai, che equipaggerà le auto della coreana a partire dal 2019. Il sistema pensato da Hyundai si serve un sensore ad ultrasuoni per rilevare i movimenti. Una volta che il veicolo viene spento, un messaggio sul cruscotto avvisa il guidatore di controllare i sedili posteriori e, nel caso in cui il sistema continuasse a rilevare movimenti sui sedili posteriori, avviserà chiunque si trovi nei pressi del veicolo facendo suonare il clacson e azionando i lampeggianti. Avviserà poi anche il guidatore, tramite un avviso inviato sullo smartphone dal sistema di connessione Hyundai’s Blue Link.

 


TAGS: hyundai sicurezza auto sistemi di sicurezza BAMBINI DIMENTICATI IN AUTO