Autore:
Giulia Fermani

BEVI RESPONSABILMENTE Si dice che prevenire sia meglio che curare ed è proprio alla prevenzione che punta il dispositivo messo a punto da Hitachi e Honda, che verrà presentato il prossimo 12 aprile al SAE World Congress di Detroit. Si tratta del prototipo di un dispositivo portatile (simile a una Smart Key) in grado di misurare con precisione il livello di alcol nel respiro in soli 3 secondi. Quando il tasso alcolico supera quello consentito dalla legge, si attiva un allarme sul cruscotto, seguito dal blocco dell'avviamento del veicolo.

SEI UBRIACO? LA MACCHINA NON PARTE In Italia la diffusione di sistemi che impediscano di guidare a chi è ubriaco è pressoché nulla ma negli Stati Uniti e in Giappone simili dispositivi sono utilizzati con una certa frequenza. Sono i cosiddetti  ignition interlock devices (noti anche come breath alcohol ignition interlock devices)  e consentono la messa in moto dell’auto solo se il tasso alcolico rilevato nel respiro risulta in regola. In Giappone, per esempio, i conducenti professionali sono tenuti ad utilizzare un etilometro per provare di non trovarsi sotto l'influenza di alcol prima di iniziare i rispettivi turni. Il prototipo di rilevatore di alcol portatile pensato da Honda  e  Hitachi, a prova di manomissione e alimentato da una batteria a basso consumo energetico, verrà commercializzato una volta  superati tutti i test necessari a confermarne il corretto funzionamento.
 


TAGS: honda tecnologia aprile salone detroit patente alcool etilometro World Congress SAE World Congress hitachi smart key alcol e guida droga