Autore:
Marco Rocca

DA INCORNICIARE Con l’anno nuovo che è appena iniziato, per le Case automobilistiche è tempo di bilanci, di tirare le somme su quello che è stato fatto per capire quanto si potrà crescere in questo 2018. Il Gruppo Renault Italia (che per chi non lo sapesse comprende anche Dacia), per esempio, con 215.035 immatricolazioni (+13,9%) ha registrato una crescita quasi doppia rispetto a quella del mercato, un record negli ultimi 32 anni.

CON IL PIU’ Solo Renault con le sue 151.649 immatricolazioni ha fatto segnare nel 2017 una crescita dell’11,1% conquistando una quota di mercato del 7,0% (contro il 6,7% del 2016). Ma quali modelli hanno contribuito in maniera significativa al raggiungimento di questo risultato?

I PIU’ VENDUTI Un nome su tutti? Clio che con 53.687 unità immatricolate nel 2017, si conferma l’auto straniera più venduta in Italia, registrando anche il record di volumi dal lancio (nel 2012). Ma la compatta a 5 porte non è da sola in cima alle preferenze d’acquisto degli automobilisti italiani. Se i B-SUV vanno alla grande, Renault risponde con i 29.892 clienti che hanno scelto Captur e che lo hanno decretato il crossover straniero più venduto del suo segmento, nonostante la concorrenza sempre più agguerrita. (i nuovi B-SUV a confronto).

BENE ANCHE KADJAR Poi via via ci sono gli altri modelli del Marchio francese. La Kadjar per esempio (il SUV di segmento C) ha toccato nel 2017 quota 14.651 immatricolazioni. E poi ancora Megane con 14.0657, Scenic con 10.600 immatricolazioni, Twingo con 8.000, Talisman con 1.288 e Koleos che da settembre 2017 è a quota 1.200. Senza dimenticare Renault Espace che con 1.703 unità immatricolate, si afferma leader di un segmento, quello delle grandi monovolume, che in realtà in Italia vede poche concorrenti.

I VEICOLI COMMERCIALI Positiva anche la performance dei veicoli commerciali, dove su un mercato in calo del 4,0%, Renault, con 17.984 unità immatricolate, registra una quota di mercato del 9,3%, la più alta degli ultimi 11 anni. In particolare, con 4.798 immatricolazioni, Kangoo si rivela il veicolo commerciale più performante della gamma.

IL CASO DACIA E poi c’è Dacia. Con 63.386 immatricolazioni, il brand low cost di Renault, vede i suoi volumi crescere del 21,2% rispetto al 2016 e registra il record di immatricolazioni dal suo lancio sul mercato Italia, nel 2006. Il risultato è dovuto, in particolare, alla performance di Duster che vede crescere i suoi volumi del 10% rispetto al 2016 e registra il record dal lancio del modello (24.559 unità) e a Sandero che incrementa i suoi volumi del 31%, registrando anch’essa il record di volumi dal lancio (27.654), con un mix del 70% per la versione Stepway.

COSA VEDREMO Se il 2017 si è concluso alla grande per il Gruppo Renault il 2018 non sarà da meno, se non altro per le tante novità che vedremo. Un esempio? La serie Sport Edition Collection per Scenic e Kadjar, una nuova serie speciale per Dacia Sandero a marzo, la nuova Megane RS (attesa ad aprile), passando per il Master Z.E con 200 km di autonomia. Nel secondo trimestre arriveranno, poi, la nuova gamma Duel Collection e la Megane RS Trophy. Senza contare che da poco si è aggiunto in terzo Marchio al Gruppo, ovvero Alpine con la A110, in vendita nel primo trimestre dell’anno.  E i veicoli elettrici? Entro il 2022 arriveranno 8 nuovi modelli. 


TAGS: renault clio renault renault scénic dacia sandero mercato auto dacia renault captur renault kadjar mercato 2017 dati di mercato 2018 dacia duster