Adesso chi sbaglia paga: con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della legge di riforma della prima parte di modifiche al Codice della Strada, entrano in vigore i nuovi obblighi. Eccoli.  

Fari. I motociclisti dovranno tenerli sempre accesi, qualsiasi strada percorrano; per le auto l’obbligo rimane circoscritto alle autostrade e alle strade extraurbane più importanti. Il problema sarà ricordarselo; meglio quindi abituarsi a tenere i fari sempre accesi anche in città. La multa per i trasgressori è di 32 euro.

Cellulare.
E’ consentito utilizzare il proprio telefonino in auto, a condizione che si parli attraverso l’auricolare. Chi verrà sorpreso a parlare con l’apparecchio incollato all’orecchio se la caverà con 32 euro di multa, molto meno di quanto minacciato in un primo momento, e cioè il ritiro della patente.

Autovelox.
Vigili e Polizia della strada potranno installare sistemi Autovelox automatici senza che sia obbligatoria la presenza di agenti sul luogo, o che debba essere subito contestata l’infrazione. Questo vale anche per le infrazioni (velocità e sorpassi) filmate dalle telecamere montate su auto civetta. La fotografia o il filmato avranno validità di prova, verranno inviati a domicilio e non potranno più essere contestati. Non è chiaro invece se abbiano validità le infrazioni rilevate con il telelaser che, come è noto, non rilascia documenti di prova (foto o filmati).

Alcool. Si è abbassato il limite del tasso alcolico consentito nel sangue di chi guida. In pratica è sufficiente un bicchiere di vino o due di birra per rischiare di pagare 258 euro di multa, l’arresto fino a un mese, il ritiro della patente da 15 giorni a tre mesi. Meglio evitare quindi di partire subito dopo mangiato e all’autogrill forse è il caso di puntare su acqua minerale e bibite analcoliche.

Bastoni. In aggiunta a quelli tutti bianchi che individuano i non vedenti, ne arriva uno nuovo, rosso e bianco, riservato ai non vedenti senza udito. Per tutti vige l’obbligo di fermarsi e dare la precedenza a questi portatori di handicap. La multa è di 65 euro.