Autore:
Marco Congiu
ADDIO Sono poche le auto americane che sanno trasmettere quella sensazione di potenza, cavalleria pesante, sound, ferocia e "100% Made in USA" come la Dodge Viper. Oggi, il mondo delle supercar a stelle e strisce piange il termine di produzione di questa vettura iconica. FCA ha stabilito di cessare definitivamente la produzione di Viper nello stabilimento di Connor Avenue di Detroit, la "Home of Viper", come venne ribattezzato, ricollocando gli 87 operai impiegati nella lavorazione.
 
BELVA FOTONICA La Dodge Viper è fin da subito divenuta nota nel mondo per la potenza del suo propulsore V10 che, nelle ultime versioni, ha toccato gli 8.4 litri per 645 CV. Un cavallo indomabile, come abbiamo provato a raccontarvi nella nostra comparativa di qualche tempo fa. Voluta fortemente da Lee Iacocca e Bob Lutz, la Dodge Viper nacque nel 1991, toccando le oltre 30 mila unità prodotte in nemmeno 30 anni di attività. Non male, per un prodotto che veniva realizzato praticamente in maniera artigianale. 
 
COLLEZIONISTI, OCCHIO! Ci sono auto che rappresentano un vero e proprio investimento. Un bene rifiguio, per capirci, al pari di orologi, quadri, oro e oggetti preziosi di varia natura. La Dodge Viper, secondo gli esperti, è già divenuta una "instant classic": per un prezzo di listino che partiva dai 90.000 dollari, un esemplare fresco di produzione può toccare i 170.000, adesso che la Home of Viper chiude i battenti. Una cosa è certa: ne sentiremo la mancanza anche noi europei. 

TAGS: dodge dodge viper fca fiat chrysler automobiles