Autore:
Gilberto Milano

Che piaccia non ci sono dubbi, lo confermano anche i dati di vendita, ma con quel fare da prima della classe e quel vestitino elegantino da sorella maggiore, più che ai giovani la nuova Polo sembra interessare alle mamme e ai papà. Crescono le vendite, ma cresce anche l’età di chi la compra.

Niente di male, per carità, sono sempre ottimi clienti, spesso anche nuovi, più propensi ad accettare un listino tra i più alti della categoria, però non era quello che si aspettavano in casa Volkswagen.

Inoltre, per quanto appartenga alla categoria delle city car, la nuova Polo dispone di spazio sufficiente a trasportare con una discreta comodità quattro persone di media statura. E proprio questa caratteristica spinge la clientela a sceglierla come prima auto, conquistata anche da un temperamento stradale tutto sommato tranquillo.

Per i giovani insomma ci vuole un po’ più di brio, oppure un prezzo di listino più contenuto, meglio se accompagnato anche da consumi davvero popolari.

Ecco fatto, la Volkswagen annuncia per la prossima settimana l’arrivo di due nuovi motori a benzina dedicati proprio ai clienti più giovani: un entry level da 1,2 litri e 55 cv, e un 1,4 litri da 100 cv per i più "gasati", in attesa (ma quando arriverà?) della versione GTI.

Il primo è una versione meno potente del tre cilindri 1.2 già presente in listino, ma ancora più parco nei consumi (i dati ufficiali non sono ancora stati forniti); il secondo è lo stesso 16 valvole già utilizzato sulla Lupo di pari cilindrata, con accelerazione 0-100 di 10,9 secondi.

Quanto agli allestimenti, saranno tutti a tre porte, Base e Comfortline per la 1.2, solo Highline per la 1.4, con cerchi in lega da 15"computer di bordo, climatizzatore elettronico, telecomando, Abs, Airbag laterali, sedili sportivi.

Prezzi di ingresso per la 1.2 base: 11.436 euro, e leggermente inferiori alla attuale 64cv per la 1.2 Comfortline 55cv, che costa 11.689 euro (-301 euro). Più alti invece per la 1.4 100cv: 15.355 euro chiavi in mano.