Sono come un paracadute per il collo, una manina amorevoleche si allunga e ti ferma, prima che ti possa far male. BMW li ha chiamati "poggiatestaattivi", per distinguerli da quelli tradizionali, che stanno fermi: in caso diimpatto, questi poggiatesta rientrano verso il passeggero di 6 cm e si alzanodi 4, riducendo la distanza con la testa del passeggero prima che questa vengaspinta all'indietro.

In parole povere, riducono gli effetti della sindrome allevertebre cervicali, colpo di frusta per gli amici. Questi nuovi poggiatesta sidistinguono da quelli normali per la presenza di una piastra di impatto cheintegra un cuscino. All'interno hanno un meccanismo a molla con attuatorepirotecnico che scatta in caso di impatto sulla parte posteriore del veicolo.

Grazie a un tasto laterale, il cuscino può essere regolatosu tre posizioni preimpostate. E se trovate il poggiatesta fastidioso, perchévi costringe a tenere la testa ferma durante la guida, non avete dapreoccuparvi: questi sono poggiatesta attivi. Saranno loro a muoversi verso divoi, in caso di necessità.


TAGS: bmw: poggiatesta attivi