IL TEMPIO DELLA VELOCITA’ Dici Monza e pensi subito ai sorpassi a freni roventi della prima variante, dopo un passaggio in piena accelerazione sul rettilineo con i motori al massimo dei giri che urlano al cuore dei tantissimi appassionati presenti. Ricordi impressi nella memoria, purtroppo, perché gli ultimi anni non sono stati così facili per l’impianto brianzolo. Sono calati gli spettatori e con essi il numero di gare e le iniziative ospitate. Inoltre le indagini della Procura, legate agli accadimenti del recente passato sino al 2012, hanno avuto conseguenze negative sia d’immagine sia sul fatturato della società Sias, che gestisce l’Autodromo.

IDEE PER MIGLIORARE Per questi motivi il nuovo management dell’Autodromo Nazionale di Monza (composto da Marco Coldani, Geronimo La Russa, Pietro Meda e Enrico Radaelli) si è posto precisi obiettivi di rilancio, tra cui organizzare un numero crescente di eventi sportivi, culturali, di spettacolo e divertimento; oltre a puntare ad utilizzare al massimo la pista e gli spazi congressuali. Tutto questo allo scopo di rivitalizzare e aumentare il numero di presenze nel corso dell’intera stagione e, soprattutto, di conseguire risultati economici di segno positivo per arrivare al 2016 con una crescita a doppia cifra.

ATTIVI FIN DA SUBITO Per raggiungere questi risultati, si è avviata una profonda riorganizzazione interna, che prevede importanti investimenti di riqualificazione di strutture quali l’ex padiglione museo, le tribune d’onore e la parabolica. Si sono posti concreti obiettivi già nel breve e medio periodo con la volontà di riportare a Monza gare importanti per gli appassionati come il combattutissimo Mondiale Superbike e, soprattutto, per mantenere a Monza il Gran Premio d’Italia di Formula 1.

IL CALENDARIO Parlando di gare, vale la pena ricordare i diversi appuntamenti 2015 dell’Autodromo. Il primo è fissato per il 10-12 aprile, quando il trofeo Blancpain GT Endurance Series scenderà in pista, seguito a qualche giorno di distanza dal Ferrari Challenge. Si passa poi al 17 maggio quando, per la prima volta nella storia, si assisterà al passaggio della Mille Miglia sul circuito monzese e a una prova cronometrata relativa al Trofeo dedicato al mitico Ascari.

IL RALLY PER ULTIMO A fine maggio, precisamente nel week end del 29-31 sarà la volta dell’ACI Racing Weekend, poi il 19-21 giugno la 62° Coppa Intereuropa Storica, le Gare Peroni a inizio luglio, il Monza Historic il 10-12 luglio, il GT Open il 2-4 ottobre e il 4° Ronde Vedivati Corse a metà novembre. A chiudere il calendario d’appuntamenti (nella speranza che sia ancora più ricco), l’attesissimo Rally di Monza, la cui 13° edizione si terrà dal 26 al 29 novembre.

DUE RUOTE? PRESENTI Non ci sono solo le auto però, visto che a Monza c’è spazio anche per le 2 ruote. In attesa di conoscere l’esito della trattativa riguardo il ritorno della Superbike, le due ruote (non solo a motore) hanno già un programma ben definito. Si parte con il Monza Monza Biker Fest, dall'1 al 5 maggio. Il 13-14 giugno si terrà quindi il Festival dello Sport e il 27-28 giugno l’incredibilmente affascinante 12 Ore Cycling Marathon. Poi è prevista la 36° Marcia Podistica pro Lega Italiana Lotta contro i Tumori. Insomma, i presupposti ci sono tutti, compresa la voglia di riscattarsi dell'Autodromo Nazionale di Monza dopo anni bui. Quest’anno potrebbe davvero essere l’occasione giusta, visto anche l’appuntamento di respiro mondiale come quello dell’Expo 2015


TAGS: autodromo di monza calendario 2015