Le principali novità rispetto al modello che andrà a sostituire sono relative ai gruppi ottici anteriori e al tetto: non più i fari a scomparsa sul muso, come la versione del 1989 infatti, ma un design fisso dal profilo aerodinamico. Stessa colorazione della carrozzeria invece per quanto riguarda il tetto.

La Ferrarina giapponese presenta qualche news anche per le prese d’aria anteriori, ora molto più vistose e lo spoiler integrato sulla lunga coda a vivacizzarne ulteriormente l’aspetto. Il motore dovrebbe essere il sei cilindri a V di 3200 cc di cilindrata da 280 cavalli di potenza massima, abbinato al cambio meccanico a sei rapporti. Non mancano idee per un V8, però.