Autore:
Marco Congiu

GIULIA COUPE: PERCHÈ NO “I sogni son desideri di felicità”, cantava la Fata Turchina di Cenerentola. Questa strofa è perfettamente sovrapponibile alla vicenda nata nei giorni scorsi su internet circa l'arrivo di un'Alfa Romeo Giulia coupé ibrida da 641 CV. Nata in lingua inglese da Autocar e ripresa con il vento in poppa dalla stampa italiana, la notizia secondo nostre fonti confidenziali e per una serie di motivi di mercato è totalmente inverosimile, una vera fake news. Adesso vi spieghiamo il perché.

MOTORE IBRIDO FERRARI Alfa Romeo Giulia e Stelvio sono modelli che hanno rilanciato il marchio premium sportivo di FCA, nobilitandolo nuovamente e facendolo risalire agli onori della cronaca grazie a due record al Nurburgring ormai divenuti leggendari sia tra le berline che tra i SUV. Le versioni Quadrifoglio, che equipaggiano un V6 bi-turbo di derivazione Ferrari California da 2.9 litri e 510 CV, sono tra le migliori auto in versione hi-performance attualmente disponibili sul mercato, per chi fosse interessato al puro piacere di guida. Ipotizzare una Giulia Coupé – chiamatela GTV o Sprint, come preferite – con una potenza di ben 641 CV grazie ad un powertrain ibrido HY-KERS che troviamo sulla Ferrari LaFerrari è pura fantasia.

GIULIETTA POSTERIORE E MITO SUV In questo momento ad Alfa Romeo servono modelli di massa, auto per fare volumi. Alfa Romeo ha già non una ma ben due show car da anteporre alla concorrenza diretta del triumvirato tedesco di Audi, BMW e Mercedes. Ecco perché è più logico pensare che un nuovo modello marchiato Alfa Romeo possa essere un SUV più grande della Stelvio, o addirittura una seconda generazione di Mito con l'abito da crossover. Senza dimenticare una Giulietta a trazione posteriore con la stessa piattaforma Giorgio di Giulia e Stelvio.

SALONE DI PARIGI? UTOPIA Il secondo aspetto che non ci convince fino in fondo è lo scarso tempo a disposizione prima del lancio. Secondo molte testate, l'arrivo dell'Alfa Romeo Giulia coupe dovrebbe avvenire sul finire del 2018 – alcuni ipotizzano addirittura una presentazione al Salone di Parigi – con un avvio della commercializzazione previsto per la metà del 2019. Contando che, nell'ordine, non si è ancora visto un muletto riconducibile a tale modello, nostre attendibili fonti interne ad FCA si dichiarano totalmente all'oscuro della vicenda – e, per intenderci, le stesse fonti ci hanno anticipato il nome “Stelvio” per il SUV – ed il tempo a disposizione per eventuali test su strada si riduce veramente a pochi mesi, la tempistica per il lancio sarebbe ultraridotta.

STELVIO: LA STATION WAGON DI GIULIA La scelta più logica per aumentare i volumi di vendita dell'Alfa Romeo Giulia sarebbe stata la realizzazione di una Giulia station wagon. Una Giulia Coupé di 4 metri e mezzo sarebbe sì un'auto capace di prestazioni davvero interessanti, ma entrerebbe in una nicchia di mercato davvero esigua. Pensateci: quante Audi A5, BMW Serie 4 o Mercedes Classe C coupé vedete in giro? E invece quante controparti station wagon? Poi, anche per bocca della dirigenza FCA l'Alfa Giulia ha già una versione station wagon: si chiama Alfa Romeo Stelvio.

SCHEDA TECNICA DI UNA FAKE NEWS L'Alfa Romeo Giulia Coupe 2018, quindi, non è altro che un sogno. Sarebbe bello in primis anche per noi poter guidare un'auto con la dinamica della Giulia Quadrifoglio da 641 CV, ma è del tutto inverosimile che possa arrivare in tempi brevi. Sarà il tempo a dire chi aveva ragione, ma per noi al momento la Giulia coupé 2019 è e resta una fake news.  

EVOLUZIONI Qualcosa però effettivamente bolle in pentola. Una nostra attendibile fonte interna ad FCA co ha confessato a microfoni spenti che di recente è stata sottoposta all'attenzione dell'amministrazione la creazione di una Giulia Coupé. Al momento non esiste ancora un prototipo fisico, quindi i tempi di arrivo millantati dalla stampa per la fine del 2018 si confermano ancora errati. Mancherebbe ancora l'approvazione delle alte sfere, ma pare che l'Alfa Romeo Giulia coupe potrebbe - e sottolineiamo potrebbe - diventare una realtà. 


TAGS: alfa romeo alfa romeo giulia Alfa Romeo Stelvio alfa romeo giulia coupe